Argomenti vari

Riprendono le attività all’Ariostea

Conferenze e Convegni Lunedì 11 settembre 2017 ore 17

Vita e pensiero di Ernst Bloch, filosofo della speranza e dell’utopia concreta, a quarant’anni dalla morte

Conferenza di Nicola Alessandrini

Coordina Davide Nanni
Lo hanno definito uno “Schelling marxista”, un “profeta del Vecchio Testamento”, un “corruttore degli studenti”, un “intellettuale singolarissimo e scomodo” e ancora: “pirata sotto falsa bandiera”, uno studente “troppo stupido per fare filosofia” nonché “uno dei dieci uomini più dotati della terra”. Ernst Bloch (1885-1977), annoverato oggi tra i più fecondi e controversi pensatori del ventesimo secolo, è passato alla storia come il filosofo de Il principio speranza e dello Spirito dell’utopia, concetti cui ha dedicato oltre settemila pagine, lavorando instancabilmente fino all’età di novantadue anni. Ebreo, ateo e marxista, Bloch ha attraversato i grandi stravolgimenti del secolo scorso, fuggendo prima dalla barbarie nazista e poi dalla Repubblica democratica tedesca, nella quale aveva riposto i propri sogni socialist i. A quarant’anni dalla sua morte, ripercorreremo le trame della speranza attraverso l’avventura biografica e filosofica dell’”eretico più produttivo del marxismo contemporaneo”.
A cura di Istituto Gramsci di Ferrara e Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara

 

Incontro con l’autore Martedì 12 settembre 2017 ore 17

Ferrara e i suoi mille misteri

Presentazione del libro di Graziano Gruppioni

(2G Editrice, 2016)
Dialoga con l’Autore Alessandro Gulinati
Il volume ha come fondamento una serie cronologica di cento puntate a cadenza settimanale apparse fra gli anni 2010 e 2011 sul quotidiano “La Nuova Ferrara”. L’interesse suscitato da quegli articoli ha stimolato l’autore ad unirli e raccoglierli in un primo volume, ampliandone e rielaborandone il testo con l’aggiunta di quella bibliografia generale che ha costituito la base della sua ricerca. L’autore ci informa che quest’opera non ha la pretesa di voler fornire un quadro completo della nutrita storia di Ferrara, ma intende evidenziare e illustrare argomenti e nodi cruciali, a volte misteriosi e sconosciuti ma di particolare interesse storico-politico del territorio ferrarese. Il volume illustra la storia di Ferrara dalla sua fondazione fino all’alba del 26 maggio 1425 quando un carro con tre corpi, mentre la città dormiva e il sole arrossava l’aurora, si allontana dal castello Estense per raggiungere dalla strada d i Terranova la chiesa di San Francesco e scaricare, all’ombra del campanile, il suo macabro carico in fosse comuni scavate sul sagrato della basilica: i giovani amanti Parisina Malatesta e Ugo, figlio di Niccolò d’Este, non trovarono infatti posto nel sepolcro che accoglieva i membri di casa d’Este, ma trovarono riposo in due fosse, di cui si persero le tracce quando nel 1494 chiesa e campanile furono ricostruiti dalle fondamenta. Il libro, scritto con grande emozione e passione per la storia locale, ha l’intento di far avvicinare e coinvolgere un numero sempre più alto di lettori alla meravigliosa e gloriosa storia della nostra bella Ferrara.

Invito alla lettura Mercoledì 13 settembre 2017 ore 17

Ribelliamoci!

La letteratura della rivolta nei vari contesti culturali e sociali

Quando esprimere risolutamente il proprio dissenso significa avere il coraggio di lottare
Letture ed analisi di Silvia Lambertini, Sara Suzzi, Alessandro Tagliati, Sabina Zanquoghi
“…perché si tratta pur sempre, come si diceva anche allora, e come sarebbe bene tornare a dire anche oggi, io credo, di cambiare la vita e di modificare il mondo. Cambiare la vita, modificare il mondo sono due motivazioni alla base della creatività e quindi dell’arte.” (Edoardo Sanguineti)
La Compagnia Del Libro torna con i suoi consueti appuntamenti letterari per proporre, in questo caso, una riflessione sulla ribellione in vari contesti culturali e sociali: ribellione nei confronti di un’autorità costituita, di un pensiero dominante, ribellione alle menzogne e al perbenismo. Da Danilo Dolci alla Giménez-Bartlett, dal Sandinismo alla lotta per la liberazione degli schiavi d’America: un viaggio attraverso diverse lotte sostenute nel mondo per i diritti dell’uomo e la libertà di pensiero.
A cura della Compagnia del Libro – Il Gruppo del Tasso di Ferrara

Incontro con l’autore Giovedì 14 settembre 2017 ore 17

L’età Jonica della Grecia antica

Presentazione del volume di Ada Negri

(Edizioni Arstudio, 2017)
Dialoga con l’Autrice Gina Nalini Montanari
Il libro tratta del periodo Jonico della letteratura greca dall’VIII al V secolo a.C. con analisi delle opere degli autori più importanti e famosi nei vari generi letteratura dell’epoca “Tra epica, lirica storiografica, filosofia, favola e commedia” è il primo volume di una trilogia che comprende “L’età classica della Grecia antica” e “Sintesi storica letteraria dell’età ellenistica e greco romana”, questi due ultimi già presentati. L’opera è di uguale uso per gli studenti liceali e strumento di apprendimento o rievocazione di conoscenze per adulti appassionati di cultura greca.
Ada Negri, nata a Conselice (Ravenna), risiede a Ferrara dal 1947. Laureata in Lettere Classiche a Bologna. Ha insegnato per 32 anni Latino e Greco nei licei ed ha partecipato a molte Commissioni per gli esami di maturità. In pensione ha scritto una ventina di libri di poesia, saggistica e narrativa ed è presente con alcune opere in una trentina di Antologie. Si diletta anche di pittura, fotografia ed enigmistica.

Conferenze e Convegni Venerdì 15 settembre 2017 ore 17

Libertà ed economia

Conferenza di Patrizio Bianchi e Maurizio Zenezini

Coordina Diego Carrara
Karl Polany (1886-1964), il grande economista e filosofo ungherese, in una serie di saggi affrontò il tema che sarà oggetto del dialogo tra i due economisti Patrizio Bianchi e Maurizio Zenezini: come conservare la libertà in una società complessa. E, a fronte della ‘grande trasformazione’ e dell’avvento dei totalitarismi negli anni venti e trenta in Europa, la sua risposta argomentata fu questa: il modo per impedire la scomparsa delle libertà nell’economia e nella società consiste nell’espanderle. Come si pone oggi questo difficile e contrastato rapporto tra libertà ed economia? Come conciliare le libertà dei vari attori sociali e individuali presenti nel mercato? Come tenere insieme libertà, crescita economica, creazione di nuovo lavoro e diritti dell’imprenditore e dei lavoratori? Domande difficili nel tempo della globalizzazione, delle crisi economiche, dell’innovazione tecnologica che riduce i posti di lavoro, del primato dell’economia e del mercato rispetto ai diritti fondamentali.
Per il ciclo “Libertà” a cura di Istituto Gramsci di Ferrara e Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara

Conferenze e Convegni Lunedì 18 settembre 2017 ore 17

​Lo sviluppo interiore nella Scienza dello Spirito di Rudolf Steiner

Conferenza di Fabio Burigana

Introduce Marcello Girone Daloli
Rudolf Steiner propone una Scienza dello Spirito quale evoluzione della Scienza naturale. Nella prima parte della sua vita Rudolf Steiner può essere considerato l’epistemologo del pensiero scientifico di Goethe, che vuol cogliere la Vita presente nella Natura.
Chi brama di conoscere
qualcosa di vivente e di descriverlo,
cerca da prima di scacciar lo spirito;
… non gli manca, ahimè, che l’essenziale:
il nesso spirituale! (Goethe)
Questa conoscenza vivente della Natura, quale premessa ad una Scienza dello Spirito, implica una trasformazione di chi si pone in ricerca. Questa conferenza di Fabio Burigana, medico antroposofo, allievo di Massimo Scaligero, vuole indicarne i punti fondamentali.

Incontro con l’autore Martedì 19 settembre 2017 ore 17

Ricordati di te

Presentazione del libro di Fabio Valenzisi

(Edizioni ArgentoDorato, 2017)
Introduce e coordina Francesca Mariotti, presidente dell’Associazione culturale Olimpia Morata, promotrice della rassegna di Slow Reading, “Perchè leggere libri è ciò che ci insegnerà a PENSARE e CAPIRE nella vita!”
Un interessante incontro con Fabio Valenzisi in un dialogo con Paolo Bianconi, psicoterapeuta e psicologo, sulla necessità di ricerca del proprio mondo interiore per una più profonda consapevolezza di sé e dell’altro. Metodi tradizionali e alternativi.
Letture a cura di Eleonora Ippolita Belletti.
Fabio Valenzisi è un professionista nel settore del wellness e della medicina alternativa da oltre 15 anni. Svolge la sua attività presso i suoi studi di kinesiologia applicata. Tiene regolarmente corsi e conferenze su psicologia del benessere, psicosomatica integrata e Lavoro su di sé, e collabora con psicologi e psicoterapeuti trattando le dinamiche psico-corporee correlate allo stress.
Per il ciclo “Slow reading” a cura dell’Associazione Olimpia Morata di Ferrara

Incontro con l’autore Mercoledì 20 settembre 2017 ore 17

Vicolo cieco delle adultere

Presentazione del libro di Paolo Molinari

Una storia di giovinezza, cinema & indiscrezioni dalla Ferrara medievale al Maggio 1977 (Faust Edizioni, I nidi, 2017)
Dialoga con l’Autore Paolo Sturla Avogadri
Un Signore di Ferrara violento e dissoluto: Niccolò III d’Este. Un romantico giullare dalla lingua lunga: Bracco de’ Robusti. Un enigmatico boia tormentato dai rimorsi: Gualtiero Pandermili. Una donna da conquistare ai tempi di Ugo e Parisina: Lea Falzagalloni. Una regista americana con l’ossessione per Antonioni: Charlene Howlette. Ho potuto riscontrare e apprezzare, oltre a una notevole e fantasiosa creatività, altrettanta dimestichezza e competenza nella storia della nostra città, per non parlare poi dell’impeccabile forma lessicale” Dalla prefazione di Paolo Sturla Avogadri, autore del best-seller “La Ferrara segreta”.
Con il patrocinio della Pro Loco di Ferrara

Conferenze e Convegni Venerdì 22 settembre 2017 ore 17

Libertà e società aperta

Conferenza di Maura Franchi e Antonio Moschi

Coordina Sergio Gessi
Il concetto di società aperta è cambiato nel tempo. Cosa intendiamo oggi con tale espressione? Abbiamo la consapevolezza che non potremo tornare ad una società composta da individui che condividono le stesse radici e, d’altra parte, viviamo la complessità proposta da una società che non può ripristinare confini, che non avrà più l’omogeneità di cultura e di storia che in passato aveva connotato una nazione. La globalizzazione ha dato luogo ad un processo irreversibile di flussi di informazioni, di beni, di capitali e di persone. Intanto, i cavi di Internet sotto gli oceani avvolgono la terra come il filo di un gomitolo attraverso cui passa il traffico intercontinentale di dati. La globalizzazione sollecita, per comprensibili ragioni, risposte difensive, sentimenti di paura e insieme di impotenza. Per tornare alla riflessione sulla libertà: la società aperta allarga la libertà indiv iduale? E non da ultimo, cosa significa essere cittadini di una società aperta? Quali prospettive per la libertà nell’epoca dell’incertezza, parola chiave di un tempo caratterizzato dalla crisi delle grandi narrazioni, da una pluralità ed eterogeneità di relazioni e giochi linguistici, dalla labilità di strutture e modelli?
Per il ciclo “Libertà” a cura di Istituto Gramsci di Ferrara e Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara

Conferenze e Convegni Martedì 26 settembre 2017 ore 17

La comunicazione chimica negli insetti. Ricerca e applicazione.

Relazione del prof. Giuseppe Rotundo

Dopo la pausa estiva riprendono le iniziative dell’Accademia delle Scienze di Ferrara, presieduta da Adolfo Sebastiani, con una conferenza dedicata all’affascinante mondo degli insetti e alle loro forme di comunicazione.
L’Accademia delle Scienze di Ferrara è la più antica associazione culturale ferrarese, fondata nel 1823, insignita nell’anno 1847 di decorazione accademica dal Sovrano Pontefice Pio IX, eretta in ente morale con decreto reale del 19 settembre 1935, ha per scopo l’incremento delle scienze.
A cura dell’Accademia delle Scienze di Ferrara

Incontro con l’autore Mercoledì 27 settembre 2017 ore 17

Virgilio – Bucoliche

Presentazione del libro di Rina Buroni e Carla Baroni

Traduzione italiana in endecasillabi
Ne parla con Carla Baroni Tito Manlio Cerioli.
Introduce Silvia Casotti, Nuovecarte – Ferrara
Questa traduzione a due mani nasce da un’esercitazione scolastica che Rina Buroni si trovò ad affrontare all’età di soli tredici anni; si trattava di rendere in italiano l’incipit delle Bucoliche di Virgilio. Lo fece in endecasillabi perfetti e le valse parecchi riconoscimenti. Solo molto più tardi la figlia, Carla Baroni, cercò di convincerla a proseguire il suo lavoro, ma senza successo. Di qui la decisione della poetessa ferrarese di completare, dopo la morte di Rina, le parti mancanti, e di dare finalmente alla stampa e divulgare questo impegnativo lavoro. Si tratta di un ulteriore tardivo omaggio al lavoro di una poetessa del tutto sconosciuta, dopo la pubblicazione recente dell’opera completa di Buroni, e assume un significato particolare proprio perché da qui ha avuto inizio quella visione bucolica della vita che ha permeato molte delle sue liriche. Per quanto riguarda le parti tradotte da Car la Baroni, invece, lei stessa commenta: “Mi sono rifatta un po’ a quanto – si dice – rispondeva Salvatore Quasimodo a chi gli criticava la non perfetta aderenza filologica della sua stupenda traduzione dei Lirici Greci: ‘Io ne ho tradotta l’anima’, sperando di esserci riuscita anch’io, almeno in piccola parte”.

Incontro con l’autore Giovedì 28 settembre 2017 ore 17

Ritorno in Montenegro

Presentazione del libro di Vittorio Ferorelli

(Edizioni ABao AQu, 2016)
Dialoga con l’autore Angelo Andreotti (poeta e saggista, dirigente dei Musei d’arte antica e storico-scientifici di Ferrara. È uno dei fondatori dell’Accademia del Silenzio di Anghiari).
Il 2 maggio 1943, sulle montagne del Montenegro, perde la vita, con molti altri soldati, un giovane ufficiale dell’esercito italiano, già sopravvissuto alla guerra in Grecia. Un episodio dimenticato, perso tra le pieghe di una storia più grande, l’occupazione militare dei Balcani, a sua volta rimossa. Settant’anni dopo, un uomo, guardando la medaglia d’argento assegnata a quell’ufficiale, che era il padre di suo padre, si accorge di non avere mai saputo chi fosse, e decide di ricostruire la sua vicenda. Guardando le foto di famiglia e ricercando tra le carte d’archivio, nasce l’idea di fare un viaggio solitario per vedere i luoghi di quegli avvenimenti e scoprire se conservino ancora qualche traccia di memoria.
Vittorio Ferorelli, giornalista e scrittore. Lavora all’Istituto per i beni culturali della Regione Emilia-Romagna dal 1997. È stato a lungo caporedattore della rivista “IBC. Informazioni, commenti, inchieste sui beni culturali”. Da “Ritorno in Montenegro” è stato tratto un monologo, letto nei teatri di Castelnuovo nei Monti e Mirandola.
Con il patrocinio dell’Istituto per la storia e le memorie del Novecento “Parri” Emilia-Romagna

Eventi Venerdì 29 e sabato 30 settembre 2017

​Internazionale a Ferrara 2017

Dibattiti, interviste, proiezioni, workshop e mostre

Dal 29 settembre al 1 ottobre si terrà l’undicesima edizione di “Internazionale a Ferrara”, una delle iniziative più significative del panorama culturale italiano.
La manifestazione, ospitata nei prestigiosi spazi del centro storico di Ferrara, affronta tematiche di grande attualità e di rilevanza sociale, economica e politica, in grado di suscitare l’interesse e il coinvolgimento di un numeroso e attento pubblico, in gran parte giovane. Gli spettatori del festival potranno ascoltare e incontrare giornalisti, studiosi, scrittori, fotografi e artisti provenienti da tutto il mondo grazie a dibattiti, interviste, proiezioni, workshop e mostre.
In Biblioteca Ariostea venerdì 29 e sabato 30 settembre sono previsti alcuni incontri ancora in via di definizione.
Il programma del Festival sarà disponibile online da metà settembre sul sito www.internazionale.it/festival

Didattica Anno scolastico 2017/2018

TRA CARTE E LIBRI

Proposte didattiche per l’anno scolastico 2017-2018

A scuola di biblioteche e archivi

Tra Carte e libri, a scuola di Archivi e Biblioteche, è il titolo della proposta didattica per l’anno scolastico 2017/2018, che il Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara, con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia di Ferrara, propone alle scuole e al pubblico interessato, per promuovere la lettura e la conoscenza del vasto e prezioso patrimonio libraio e documentario. Il programma, offre complessivamente 40 attività e consiste in laboratori di lettura, visite guidate, ricerche bibliografiche e archivistiche, incontri con l’autore, conferenze, attività di animazione ecc.,
Tutte le attività si svolgeranno presso le biblioteche e gli archivi comunali: Biblioteca Ariostea (Via Scienze,17-FE), Biblioteca G.Bassani (Via Grosoli,42-Barco-FE), Biblioteca G.Rodari (Viale Krasnodar, 102-FE), Biblioteca A. Luppi”, (via Arginone, 320 Porotto-FE), Biblioteca D.Tebaldi (Via Ferrariola, 12, FE) e Archivio Storico Comunale (Via Giuoco del pallone,8-FE).
Il calendario è flessibile e ogni attività va prenotato e  concordato direttamente con gli operatori.
Il programma dettagliato di tutte le proposte formative è in distribuzione presso le strutture del Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara e scaricabile dalla homepage del Servizio.
Per informazioni contattare Beatrice Morsiani allo 0532-418213/418242 (b.morsiani@edu.comune.fe.it)

Eventi Media Library On Line – Press reader

​La nuova edicola elettronica delle biblioteche ferraresi

Quasi tremila testate digitali disponibili gratuitamente

Da agosto, grazie al nuovo servizio Media Library On Line – Press reader, gli utenti delle biblioteche ferraresi possono accedere gratuitamente a un’edicola elettronica ricca di migliaia di testate, fra quotidiani, settimanali e periodici nazionali e internazionali.
Il nuovo servizio permetterà a tutti gli iscritti al Polo unificato ferrarese di sfogliare digitalmente giornali e riviste nella stessa identica versione del formato a stampa, dalla prima all’ultima pagina con testi e immagini.
L’elenco delle testate disponibili, pubblicate da 92 Paesi e in 48 lingue diverse, è vastissimo: quotidiani nazionali e locali (Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport, La Stampa, The guardian, The Washington Post, Le Monde, corrieri e gazzette locali, … ), free press (Metro, Leggo, City, …), riviste di cucina (Sale & pepe, Cucina moderna, …), periodici di divulgazione scientifica e intrattenimento (Focus, National Geographic, BBC History, Computer, …), mensili dedicate al benessere e alla salute (Star bene, Saper vivere, Men’s Health, …), riviste di moda e attualità (Vanity fair, Cosmopolitan, Marie Claire, Elle, …). La vastità e la varietà delle testate disponibili è talmente ampia – ad oggi ammonta a ben 2.863 titoli – che non resta che l’imbarazzo della scelta. La piattaforma digitale consente di selezionare le testate per lingua e paese di pubblicazione; di stampare, salvare e ascoltare gli articoli; di effettuare ricerche per parola all’interno dei titoli e dei testi di ogni singolo giornale, nell’archivio dei sessanta giorni precedenti l’uscita della copia corrente.
Per utilizzare l’edicola elettronica con i propri dispositivi digitali (pc, tablet, smartphone), da casa, in ufficio o in biblioteca, sarà sufficiente accedere al portale MediaLibraryOnLine del Polo unificato ferrarese (http://ferrara.medialibrary.it). Inoltre, nelle biblioteche Ariostea, Bassani e Rodari, alcune postazioni saranno dedicate a questo nuovo servizio. Per ulteriori informazioni il personale delle biblioteche è fin d’ora a disposizione negli orari di apertura delle singole strutture.

 

Annunci