fantascienza

Lettera aperta da Ugo Malaguti

Amiche lettrici e amici lettori,

l’evento che inaugura la pioggia di novità che, settimana per settimana, alimenteranno i vostri sogni e il vostro gusto per l’avventura e la poesia cosmica fino alla fine dell’anno, è così eccezionale che merita una breve Newsletter dedicata solo a esso: perché siamo di fronte all’uscita di un romanzo che, insieme a La legione dello spazio di Jack Williamson e I sovrani delle stelle di Edmond Hamilton, costituisce la triade di capolavori che segnano i momenti più affascinanti e grandiosi della fantascienza epico-avventurosa, quella che dipinge l’immensità degli spazi siderali e alla poesia della visione di mondi senza fine unisce l’azione, personaggi indimenticabili, inventiva grandiosa che sfida i limiti dell’immaginazione.

Questa è la fantascienza migliore: quella che accende i sogni di chi sa contemplare la volta celeste sognando mondi infinitamente diversi tra loro, uniti da grandi astronavi capaci di penetrare l’iperspazio e navigare nel buio che separa le galassie.

Galassia maledetta di Francis Carsac, grande scienziato francese noto in tutto il mondo ma anche narratore caldo e avvincente, è l’unica delle grandi opere della sf epico-avventurosa nate nella vecchia Europa: ma è forse la più vicina a noi, la più calda, la più emozionante, un libro che, letto una volta, si rilegge poi per tutta la vita.

 

 

 

Galassia maledetta

di Francis Carsac

 

Quattro anni dopo il loro ultimo incontro, il giovane e brillante fisico nucleare Frank Borie viene invitato dal suo vecchio compagno di scuola, il dottor Blair, a fargli visita nella vecchia casa di campagna vicina a Rouffignac, dove Blair, giovane e brillante medico, ha deciso di ritirarsi per diventare uno stimato medico di campagna e proseguire nelle ricerche biologiche che sono lo scopo della sua vita.

Il paese, con i suoi boschi e i suoi campi, sembra sempre lo stesso… anche se nell’unica osteria del centro ancora si scambiano racconti sull’apparizione, pochi mesi or sono, di diavoli verdi nella più inaccessibile radura del bosco. Ma a parte queste strane storie, sulle quali il sindaco e il curato affermano che non c’è alcun fondo di verità, tutto sembra normale a Borie: la grande, vecchia casa è sempre immersa nei suoi silenzi ospitali, la vecchia Madeleine ne è sempre la governante, e impareggiabile cuoca, ma c’è qualcosa di strano in Clair, qualcosa che il suo vecchio amico registra con crescente disagio. Prima di tutto, Borie si è sposato… con una bellissima ragazza nordica che conosce solo poche parole di francese, l’alta, flessuosa e misteriosa Ulna. E anche il laboratorio è diverso… con macchinari di straordinaria complessità, che Borie non aveva mai visto e sfidano la sua comprensione. E Clair sembra dubbioso sulla possibilità di aprirsi e raccontare la verità al suo vecchio amico.

A cena, dopo le squisite portate cucinate da Madeleine, e i preziosi vini della cantina di Blair, davanti al fuoco, però, il dottore comincia a raccontare al suo vecchio amico la sua storia… una storia che si dispiega narrando di un panorama grandioso e apparentemente incredibile, una storia che inizia nel giorno in cui il giovane medico, in una radura, scopre un disco volante precipitato dopo uno scontro con gli aerei terrestri, un disco volante dove si trovano esseri apparentemente umani, ma dalla pelle e dal sangue verdi, alcuni dei quali gravemente feriti.

Blair è un medico, e cerca di dare il suo aiuto ai sofferenti, da qualsiasi cielo provengano. E questo sarà l’inizio di un’epopea fantastica… che lo porterà in una lontana nebulosa, fino alla capitale galattica di Ella, dove gli Hiss riuniscono tutti i popoli umanoidi dell’universo per combattere la minaccia più spaventosa che da milioni di anni incombe su tutte le creature di carne e sangue… i Mislik, esseri di silicio, rocce intelligenti capaci di viaggiare nello spazio e di costruire con i loro corpi macchinari potenti e sofisticati che hanno lo scopo di spegnere i soli, in modo che i loro pianeti diventino di tenebra e di ghiaccio, fino a quando l’universo non si trasformerà in un oscuro regno del buio e del terrore.

Narra un’antichissima leggenda degli Hiss che solo quando si incontreranno esseri il cui sangue sia rosso la battaglia sarà perduta. E Blair è proprio una di quelle creature dal sangue rosso preconizzate dalle profezie, l’unica razza finora trovata nell’universo a parte gli orgogliosi abitanti di Andromeda.

Comincerà un’epopea di battaglie per combattere gli spegnitori di soli, e addirittura riaccendere le stelle spente, una battaglia disperata come disperazione crea l’implacabile avanzata dei Mislik, con i quali è impossibile trovare alcun terreno d’intesa…

Uno dei romanzi più visionari, emozionanti, avvincenti, di tutta la storia della science fiction, scritto da un grande scienziato che, come i migliori scienziati, è baciato dal dono incomparabile della poesia, e ci narra un’epopea grandiosa, profonda come le distese dell’universo, variegata come le tante razze che popolano i mondi delle stelle…

UN EVENTO IRRIPETIBILE. LA TIRATURA È LIMITATA, ORDINATELO OGGI STESSO SE VOLETE ASSAPORARE IL GUSTO DI UN AUTENTICO CAPOLAVORO DELL’IMMAGINAZIONE.

 

Libra Fantastica vol. 19 – FAN 019

Francis Carsac

GALASSIA MALEDETTA

Traduzione e introduzione di UGO MALAGUTI

Un volume di 280 pagine

Brossurato

Prezzo Eur 19,50

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.