fantascienza

In ricordo di Giuseppe Lippi

Giuseppe Lippi (Stella Cilento, 3 luglio 1953 – Pavia, 15 dicembre 2018), curatore di Urania dal 1990 al 2018.

 

Ci ha lasciati la scorsa notte Giuseppe Lippi, nostro storico curatore fin dal 1990. 65 anni di età, di cui 28 dedicati anima e corpo a Urania.

Giuseppe era una persona poliedrica, oltre che redattore è stato autore, giornalista, saggista e traduttore. Andava particolarmente fiero di aver realizzato l’edizione di tutti i racconti di H. P. Lovecraft, usciti in quattro volumi tra il 1989 e il 1992 sugli Oscar Mondadori.

Ha collaborato anche con la rivista Robot dell’editrice Armenia, con Mursia, Arnoldo Mondadori Editore, Delos Books, Bonelli e molti altri.

Giuseppe ha fatto moltissimo per la fantascienza italiana, per esempio sostenendo e facendo crescere il Premio Urania, introdotto un anno prima del suo sbarco sul pianeta omonimo.

La malattia lo accompagnava ormai da vari anni ed era in ospedale da un paio di settimane.

Come scrisse Giuseppe stesso su Urania Millemondi n. 3 (ne L’uomo senza qualità): «L’esistenza è un affar pieno di senza, / Di rinunce, d’affanno e d’astinenza, / Ma io dico al lettor che ha sapienza / Quest’adagio ripeti: Pazienza e Fantascienza

Addio, Giuseppe, e grazie di tutto. A rivederci su un altro pianeta, su un altro piano di esistenza o, come sempre, nei nostri sogni che ci portano oltre il tempo e lo spazio, nel regno della Fanta(scienza)sia.

 

Il ricordo di Franco Forte

«Ho incontrato Giuseppe diverse volte nella mia vita. La prima è stata più di trent’anni fa, in un ospedale, quando io portavo mio fratello per delle cure per una malattia che lo aveva colpito, e lui era uno degli altri pazienti, affetto dallo stesso male di mio fratello. In quelle occasioni si parlava poco, i pensieri erano tutti per il travaglio che stavamo vivendo. Mio fratello non ce l’ha fatta, mentre Giuseppe sì, per fortuna. La seconda volta in cui ho allacciato relazioni profonde con Giuseppe è stato quando, verso la metà degli anni ’90, mi ha chiesto di scrivere degli articoli da mettere in appendice a Urania (curavo una rubrica chiamata “Cyberscopio”), di preparare le introduzioni a diversi libri e persino curare con lui una antologia tutta italiana, un Millemondi che uscì con il titolo Strani giorni. E infine, la terza tappa di questi incroci è avvenuta quando, nel 2011, sono diventato editor di Urania, di cui lui era curatore. Un’avventura intensa e piena di alti e bassi (Giuseppe non era certo una persona facile con cui rapportarsi, in certe situazioni professionali), che però mi ha insegnato molto. Immagino che ci sarà una quarta tappa, un incontro da qualche parte quando anche per me arriverà il momento di dire stop. Dove e quando non lo so, ma mi auguro di ritrovare un po’ di serenità nello sguardo di Giuseppe. E nel mio.»

 

Se volete, lasciate anche voi il vostro ricordo di Giuseppe Lippi nei commenti.
Il funerale si terrà a Pavia lunedì 17 dicembre alle ore 15.

http://blog.librimondadori.it/blogs/urania/2018/12/15/in-ricordo-di-giuseppe-lippi/

Annunci
libri

Un giro di piazza


Anche la foto di copertina è dell’autore

Fabrizio Resca è nato a Ferrara nel 1956, Laureato presso l’Univer-sità di Ferrara con una tesi in antropologia culturale, tour leader e travel consultant professionista, ha esordito con la silloge di poesie Viaggio infinito (1989) a cui hanno fatto seguito Passi nella polvere (1991), Anime di passo (1998), Le nubi del Caribe. Appunti di viag-gio in poesia (1999), Fata Morgana (2000), Intervalli di marea (2001), II gioco delle Parche (2001). In narrativa ha pubblicato il vo-lume di impressioni di viaggio Odore di Russia (1995), il romanzo breve II volo del gabbiano azzurro (2002, premio “Niccolini”, Fer-rara 2003), Pensieri on the Road (2007) e Pensieri on thè Road (again) (2010), nonché altri racconti ed articoli pubblicati in varie antologie e riviste nazionali.

filosofia

Lutto a San Felice

Si è spento, a Trento, il professor Maurizio Malaguti, professore  universitario di Filosofia teoretica

Nato a San Felice sul Panaro nel 1942, Maurizio Malaguti si è laureato in Filosofia teoretica all’Università di Bologna sotto la direzione di Teodorico Moretti-Costanzi e ha proseguito il suo percorso accademico all’Alma Mater, dove ha coniugato lo studio della metafisica antica e medievale, nel solco della quale ha inserito la sua riflessione teorica, a quello degli esponenti più significativi della filosofia degli ultimi secoli (senza dimenticare l’amato Dante, indagato sotto un profilo schiettamente filosofico).

Nel percorso del professor Malaguti ricerca e insegnamento sono stati sempre inestricabilmente intrecciati, e all’acume dello studioso si è sempre accompagnata l’umanità profonda e generosa della persona. Docente prima di Filosofia della religione e poi di Ermeneutica filosofica e Filosofia teoretica, ha saputo trasmettere a generazioni di studenti la sua passione per la ricerca e una tensione costante (per usare una delle sue espressioni preferite) a “vivere in filosofia”. Negli ultimi anni ha portato il suo insegnamento anche agli studenti detenuti nel carcere bolognese della Dozza, contribuendo all’attività del Polo Universitario Penitenziario.

Oltre a insegnare nei corsi di laurea filosofici, Maurizio Malaguti ha svolto attività di tutorato nel Collegio Superiore dell’Alma Mater. Nel 1996 gli è stato conferito il sigillo dell’Università degli Studi di Trnava (Slovacchia), nel 1998 il sigillo della Université de Bourgogne, nel 2003 il sigillo della Université de Montpellier, nel 2006 il sigillo della Università di Budapest e nel 2010 il sigillo dell’Università Ca’ Foscari (Venezia). È stato membro del Consiglio di Amministrazione della Association des Sociétés de Philosophie de Langue Française (ASPLF), per la quale ha curato l’organizzazione di alcuni congressi internazionali.

I colleghi dell’Università di Bologna, si legge in una nota dell’ateneo, consapevoli dell’inestimabile contributo che le sue rare doti di studioso e il suo tratto affabile e gentile hanno apportato alla ricerca e alla vita del Dipartimento di Filosofia e Comunicazione e dell’intera comunità accademica, lo ricordano con profondo affetto e riconoscenza.

 

The post Lutto a San Felice per la scomparsa del professor Maurizio Malaguti appeared first on SulPanaro | News.

editoria

Idee Romane

Presentato durante la  17ª edizione di Più libri più liberi, che si è svolta per il secondo anno consecutivo alla Roma Convention Center La Nuvola all’EUR, un progetto che tende a rivoluzionare il settore editoriale.

A fronte di un mercato che vive una crisi che non ha riscontri negli altri paesi occidentali, dove a un’alta produzione di libri corrisponde una bassa percentuale di lettori, che diminuisce anno dopo anno, fa riscontro una presenza massiccia di editori, tra grandi e piccoli circa 1500, con un numero abnorme di titoli pubblicati: 61.188, per un totale di 129 milioni di copie! (dati 2016)

Se consideriamo che ogni anno transitano presso il cimitero dei libri di Santarcangelo di Romagna, via del Progresso n.21, circa 500 milioni copie, per un totale di 10.000 titoli, di cui il 15% finisce al remainder mentre il resto viene inesorabilmente distrutto, appare del tutto evidente che una qualche soluzione vada cercata.

Il progetto che ci è stato proposto dall’ AD de l’Asino Editore è semplice e geniale: il cliente lettore prenota il libro prima che venga dato alle stampe, con la possibilità di intervenire sulla trama, sulla struttura, sul punto di vista del narratore, addirittura sulla scelta dei personaggi, oltre che sul genere: romanzo (più di 60.000 parole), racconto (almeno 2000 parole), novella.

L’esordio di questa nuova forma editoriale ci è stata affidata per una copia pilota per verificarne la reale fattibilità, mentre in piena autonomia abbiamo deciso titolo e copertina. L’editore, non si sa in base a quali valutazioni, ritiene che, come coppia, potremmo rappresentare nella narrativa attuale, ciò che Anne e Serge Golon rappresentarono in quella degli anni sessanta dell’altro secolo.

Noi siamo fiduciosi e ci apprestiamo all’opera.

http://www.900letterario.it/attualita/mercato-editoria-italiana-infografica/

biblioteca

La Gerusalemme Liberata

Conferenze e Convegni lunedì 10 dicembre 2018 ore 17

Il debito dell’uomo verso il mondo animale alla luce della scienza e dello spirito

Conferenza di Annamaria Cugurullo

Introduce Marcello Girone Daloli
Solo di recente l’umanità ha assunto comportamenti più responsabili e amorevoli nei confronti dei suoi fratelli minori, gli animali. Ma per comprendere l’entità dei loro sacrifici, per iniziare a ripagarli dei doni e dei servizi che ci hanno reso, occorre dotarsi degli strumenti di
conoscenza che,anche in questo ambito,ci offre la scienza dello spirito di Rudolf Steiner.
Annamaria Cugurullo, ha lavorato a Milano nel settore saggistica della Mondadori e ha insegnato Discipline giuridiche ed economiche. Si occupa di Antroposofia da quarant’anni privilegiando il percorso “di conoscenza” anche attraverso l’arte – musica e pittura – come espressione del superamento del materialismo. Esponente di diversi gruppo di studi presso la Soc. Antroposofica di Milano, per anni ha tenuto suoi gruppi e conferenze sul messaggio della scienza dello spirito.

Eventi Lunedì 10 dicembre 2018 ore 20,30 presso il Teatro Comunale C. Abbado

Per Ariosto. Poesia, immagini, musica

Evento conclusivo del triennio ariosteo

Alla data del 31 dicembre 2018 il Comitato Nazionale V centenario Orlando furioso, istituito con decreto dal MiBACT nel 2015, concluderà le sue attività. Nel corso del triennio 2016-’18, il Comitato, riunitosi nella sua sede di Ferrara presso la Biblioteca comunale Ariostea, ha programmato una ricca serie di iniziative culturali e scientifiche, puntualmente realizzate in Italia e all’estero, con il supporto finanziario che il Ministero dei Beni culturali ha messo a disposizione nel triennio. La Giunta Operativa – composta da Lina Bolzoni, Ernesto Ferrero, Gianni Venturi – ha progettato per lunedì 10 dicembre 2018 presso il Teatro Comunale C. Abbado una cerimonia pubblica di chiusura delle attività del Comitato, organizzando una serata dedicata al Poeta e all’Orlando furioso. L’appuntamento si articola in un programma tripartito: immagini (video de l regista Garzella), letture dal Furioso (con l’attore Giuseppe Cederna), infine musica con una prima esecuzione d’opera del ferrarese Timoteo Pasini, composta nel 1874 per quel centenario ariosteo.
L’evento è gratuito e tutti i cittadini sono invitati a partecipare per un saluto al “Furioso” e al suo autore e per un arrivederci al 2033 per i cinquecento anni dalla morte di Ludovico Ariosto.

– Programma completo –

Ridotto del Teatro alle ore 20,30
Proiezione del video “IL LABIRINTO DELL’ARIOSTO”
Regia di Lorenzo Garzella, a cura del Gruppo di ricerca della Scuola Normale di Pisa

Teatro C. Abbado alle ore 21
“In viaggio per l’Orlando furioso. Seguendo Angelica che fugge”
Giuseppe Cederna legge il Furioso

Teatro C. Abbado alle ore 22
L’estasi d’Ariosto
Prima esecuzione assoluta dell’Opera di TIMOTEO PASINI (1829-1888)eseguita dalla Filarmonica G. Verdi di Cona di Ferrara diretta da Enrico Roccato

Eventi martedì 11 dicembre 2018 ore 17

Conservazione e restauro nella vita quotidiana

Esperienze professionali e suggerimenti pratici al servizio del patrimonio culturale pubblico e privato

Tavola rotonda con:
Massimiliano Furini
Problemi di consolidamento e ricostruzione post-sisma. Il caso del campanile pendente di Ficarolo come recupero di un monumento a forte valenza sociale e identitaria.
Loredana Di Marzio
Restauro come occasione di indagini e scoperte storiche e artistiche. La Famiglia Riario e gli affreschi quattrocenteschi ritrovati nel Palazzo Della Volpe di Imola.
Franco Antolini
Conservazione del libro e dell’opera d’arte su carta all’interno della biblioteca e della libreria di casa, con alcuni cenni sul restauro come intervento risolutivo di alcuni danni tipici.
Introduce e modera: Silvia Casotti, edizioni Nuovecarte
Tutti noi siamo abituati a immaginare le tematiche e gli interventi di conservazione e restauro come afferenti ad una sfera tecnica che non può riguardare se non esperti e situazioni eccezionali. In realtà, più spesso di quel che si pensi, gli argomenti e le azioni che attengono al restauro hanno ricadute tangibili su di noi e sulla nostra quotidianità.
A cura di Edizioni Nuovecarte

Invito alla lettura mercoledì 12 dicembre 2018 ore 17

Libri davanti al camino

I consigli di lettura per il Natale della Compagnia del Libro

L’arrivo dell’inverno e l’approssimarsi del Natale da sempre è sintomo e segnale di frenesia quando invece dovrebbe essere un periodo di riposo e adatto a ricaricare le batterie per il nuovo anno. Per la Compagnia del Libro le feste di Natale sono l’occasione per stare davanti ad un camino, sorseggiando una cioccolata in tazza in compagnia di buone letture, tornano quindi i consigli di lettura per il natale, i libri che vorreste trovare sotto l’albero, idee per scoprire nuovi autori o ritrovarne di sempre noti, la possibilità di spaziare tra un genere letterario e l’altro e dei genuini consigli su che libri regalare per Natale. Prima della pausa invernale che ci porterà fino a febbraio per un nuovo incontro in Ariostea, la Compagnia del Libro, mai doma, sarà in sala Agnelli per raccontare quali sono i romanzi che scalderanno maggiorment e le nostre feste invernali, con l’inconfondibile stile di un momento di condivisione tra amici senza mai salire in cattedra ci si confronterà, proponendo una selezione di libri e autori e si ascolteranno anche i consigli anche del pubblico per trovare sempre nuovi romanzi e nuove proposte.
A cura de La Compagnia del Libro di Ferrara

Incontro con l’autore giovedì 13 dicembre 2018 ore 17

Liberata per tutti

Presentazione del libro di Antonio Pirani

Albatros editore, 2018
Il celebre poema cinquecentesco del Tasso, la Gerusalemme Liberata, viene qui interamente ripreso e “tradotto” dal Pirani in un’impresa coraggiosa ed epica, al pari del suo contenuto, così sconcertatamente attuale. Il lettore potrà riscoprire un capolavoro della letteratura italiana scritto con linguaggio semplice, corrente, godendo così di un’opera grandiosa, ricca di pathos e azione, ma non solo; per l’argomento trattato, ovvero la prima crociata, che vide i cristiani partire alla conquista di Gerusalemme, l’occasione è propizia all’autore e ai suoi interlocutori per riflettere sui conflitti di oggi, i fanatismi, gli estremismi che armano gli eserciti e rischiano di condurre il mondo intero a una disfatta pressoché totale. Personaggi memorabili e amori impossibili fanno di quest’opera una lettura incisiva ed esaltante, adatta a lettori di tutte le età; un racconto di guerra che mai com e in questo tempo diventa un forte appello alla pace universale.
Antonio Pirani è nato a Ferrara il 25 luglio 1957. Pensionato dal 2016, dopo aver lavorato per molti anni alle dipendenze di una grande multinazionale del settore energetico, negli anni ha coltivato, da autodidatta, lo studio della storia e della letteratura, dedicandosi alla lettura di testi filosofici e dei grandi classici, spaziando da Omero a Cicerone, Machiavelli, Shakespeare, Goethe… per giungere ai contemporanei Kundera, Montanelli, Spinosa. Liberata per tutti è la sua prima pubblicazione.

Incontro con l’autore venerdì 14 dicembre 2018 ore 17

Divagazioni amorose

Presentazione del libro di Daniela Ginex

Algra Edizioni, 2017
Ne parla con l’autrice Francesca Capossele
Il libro narra, con implacabile precisione e con ironia, la crisi complessa di un uomo di mezza età. Una relazione complicata con una donna più giovane, ex allieva del protagonista, cancella una vita di certezze, che, dopo tutto, non erano poi così fondate e rassicuranti. La strada dell’autenticità non sarà comunque così facile da percorrere e perfino da individuare.
A cura dell’Associazione Amici della Biblioteca Ariostea

Eventi sabato 15 dicembre 2018 ore 9,15 in Teatro Anatomico

EcoMousiké

Laboratorio per l’apprendimento musicale secondo la Teoria di Edwin Gordon

In biblioteca è in gioco l’Audiation: lezioni aperte per bambini da 0 a 3 anni con un genitore  condotte da Barbara Mongiorgi dell’Associazione Ecomousike secondo la Teoria dell’Apprendimento Musicale di Edwin Gordon (MLT).
Partecipazione gratuita previa prenotazione per max 6 coppie bambino genitore
Info: Barbara Mongiorgi 3333022541 mongiorgibarbara@gmail.com
Teoria dell’Apprendimento Musicale di Edwin Gordon concetti e applicazioni.
Per approfondimenti: https://www.audiationinstitute.org/music-learning-theory.html

EcoMousiké – corsi già attivi da novembre

Corsi di musica per bambini basati sulla Music Learning Theory di E.E.Gordon (MLT)
La proposta formativa si articola in tre differenti proposte i cui contenuti e modalità didattiche adeguate all’età degli allievi.
Sviluppo musicale secondo la MLT per bimbi 3-5 anni; Avviamento al Pianoforte secondo la MLT 4-5 anni; MLT Alfabetizzazione Musicale e Pianoforte per bambini della scuola primaria 6+
Sede ed orario dei corsi: Biblioteca Ariostea da Novembre 2018 a Maggio 2019 il Venerdì pomeriggio 16,15 – 18,50.
Per informazioni consultare il sito http://www.ecomousike.com/sedi-dei-corsi/ oppure contattare l’insegnante: Gaetano Caggiano  cell. +393200889294, e-mail info@ecomousike.com

A Cura dell’ Associazione Culturale Ecomousikè

Società

Storia dell’immigrazione

martedì 4 dicembre 2018 ore 17

Storia dell’immigrazione straniera in Italia. Dal 1945 ai giorni nostri

​Presentazione del libro di Michele Colucci

Carocci, Roma, 2018
Intervengono: Gian Carlo Perego, arcivescovo di Ferrara e Comacchio, Alfredo Alietti, sociologo (Università di Ferrara), Michele Nani, storico (ISSM-CNR)
Coordina Pietro Pinna (Università di Bologna)
Per la prima volta si propone una ricostruzione storica dell’immigrazione straniera in Italia, a partire dal 1945. Ingressi, flussi, leggi, generazioni, lavori, conflitti e speranze si intrecciano con un ritmo sempre più incalzante fino ad arrivare ai nostri giorni. Il volume traccia la dimensione quantitativa del fenomeno nel corso del tempo e la sua evoluzione, il radicamento sul territorio, le politiche adottate per governarlo, le polemiche che ne sono scaturite, l’impatto che ha avuto sulla società. Le fonti utilizzate sono numerose: dalle inchieste sociali al dibattito politico, dalle testimonianze dei protagonisti alle statistiche, dagli archivi istituzionali fino alle cronache dei giornali. Ne emerge il profilo sfaccettato di una grande trasformazione, indispensabile per capire l’Italia di oggi
Michele Colucci: ricercatore dal 2011 presso il Cnr (Consiglio Nazionale delle Ricerche), Istituto di studi sulle società del mediterraneo. Ha insegnato storia contemporanea e storia dell’Europa contemporanea presso l’Università della Tuscia e l’Università l’Orientale di Napoli. E’ membro del collegio di dottorato in “Scienze storiche e beni culturali” presso l’Università della Tuscia. Svolge attività di docenza presso master e corsi di alta formazione. Ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale al ruolo di professore di seconda fascia in Storia contemporanea (settore 11/A3). E’ membro del Consiglio direttivo della Società italiana di storia del lavoro. Gli interessi scientifici ruotano prevalentemente attorno allo studio della storia contemporanea, con particolare attenzione verso i fenomeni migratori. Si occupa di storia del lavoro e di storia delle ist ituzioni. E’ membro della redazione della rivista “Meridiana. Rivista di storia e scienze sociali” e della rivista “Archivio storico dell’emigrazione italiana”.
A cura di ISSM-CNR (Istituto di studi sulle società del Mediterraneo)

Incontro con l’autore mercoledì 5 dicembre 2018 ore 17

La Locanda del Giglio a Reggio Emilia

Presentazione del libro di Giuseppe Ligabue

Edizioni Tipolitografia Valpadana, Brescello, 2018
Alla presentazione sarà presente l’esperta della storia Estense Micaela Torboli (UNIFE), che ha collaborato con l’Autore.
Gli Estensi a Reggio nel Quattrocento: Il recupero architettonico di un palazzo nel cuore del centro cittadino ha riportato alla luce diversi ambienti con splendidi soffitti lignei quattrocenteschi decorati con stemmi, divise e imprese degli Estensi, Leonello e Borso in particolare, forse provenienti dal vicino Palazzo Ducale di Reggio. Di contorno sono gli stemmi delle antiche famiglie reggiane e draghi alati con volti umani. Un ritrovamento di grande interesse per gli studiosi del mondo Estense.
Giuseppe Ligabue è autore di molti saggi di archeologia e storia locale apparsi su libri e riviste. Ultimi volumi pubblicati: 2007 I Manfredi di Borzano da vassalli di Matilde a Signori di Reggio e Modena – 2008 … Curtem de Albinea cum Plebe – 2011 Nome di Battaglia Ferruccio – 2012 Il tesoro di Borzano (con Giovanni Santelli) – 2012 Villa Tacoli a Monte Ricco – 2014 Sancta Maria de Lentesoni (con Giovanni Santelli) – 2014 Ludovico Ariosto – Il fecondo Jaco – 2017 Casini e Ville di Albinea, Villa Mellicari-Masetti-Moratti
Con il patrocinio della Deputazione di Storia Patria per le Antiche Provincie Modenesi – Sezione di Reggio Emilia

Conferenze e Convegni giovedì 6 dicembre 2018 ore 17

Le Vite delle donne illustri della Scrittura Sacra e La Piazza universale di tutte le professioni del mondo di Tomaso Garzoni

Conferenza di Beatrice Collina

Canonico lateranense del secondo Cinquecento e prolifico scrittore, Tomaso Garzoni era dotato di un talento versatile tanto nella scrittura profana quanto nella sacra. Mentre La Piazza universale di tutte le professioni del mondo decreta il successo di un attento conoscitore dei gusti del pubblico, capace di coniugare cultura alta e sapere popolare, passione civile e religiosa, Le Vite delle donne illustri della Scrittura Sacra restituiscono l’immagine di un predicatore abile nel mantenere l’equilibrio fra divulgazione chiara del messaggio biblico e occultamento dei contenuti di più ambigua interpretazione.
Per il ciclo “Testo e contesto” a cura dell’Associazione Amici della Biblioteca Ariostea

Conferenze e Convegni venerdì 7 dicembre 2018 ore 11

Una giornata con Gustave. Genesi di un albo a fumetti

Dialogo tra professionisti del mondo dell’Arte

In occasione di “Courbet e la natura”, in mostra fino al 6 Gennaio presso Palazzo dei Diamanti, Fondazione Ferrara Arte e il Liceo Artistico “Dosso Dossi” di Ferrara proseguono la loro collaborazione con “Una giornata con Gustave”, secondo progetto editoriale a fumetti legato a un’esposizione.
Impetuoso e passionale, in netto contrasto con i precetti accademici del tempo, alla ricerca di una pittura che rivendicasse con urgenza la realtà profonda delle cose e della materia atmosferica, Gustave Courbet ha incarnato alla perfezione quell’idea romantica, e spesso tutta contemporanea, di artista anticonvenzionale. Grazie a queste suggestioni ripercorribili attraverso la biografia che ne fa Vasilij Gusella, un gruppo di ragazzi del Liceo Artistico “Dosso Dossi” (selezionati attraverso l’annuale concorso interno “Comic-On, sulla scia del fumetto”) guidato dall’autore e illustratore Gianluca Costantini, ha potuto misurarsi con la vita e le opere del maestro dando vita alla nuova pubblicazione “Una giornata con Gustave”, edita da Ferrara Arte.
L’incontro sarà un’opportunità per riscoprire le tappe fondamentali del progetto, ma soprattutto un momento per dialogare con alcuni dei protagonisti di questa e della futura VIII^ edizione del Concorso “Comic_On”, alla scoperta delle molteplici professionalità che ruotano attorno al mondo dell’Arte.
Presentazioni: Stefania D’Arcangelo, Commissione Comic_On                       
Intervengono: Vasilij Gusella, Curatore Fondazione Ferrara Arte, Matteo Andreolini, Curatore indipendente, giuria Comic_on; Azzurra Carli, Ordine degli Architetti
Modera: Federica Zabarri, Liceo Artistico Dosso Dossi, Commissione Comic_On

Invito alla lettura venerdì 7 dicembre 2018 ore 17

L’educazione cristiana: questa sconosciuta

Presentazione del libro di Cornelius Van Til “Saggi sull’educazione cristiana”

Intervengono Giuseppe Rizza (Dirigente scolastico) e Giovanni Fioravanti (ex Dirigente scolastico)
Da qualche tempo ci si interroga sugli scenari di un prossimo futuro, soprattutto in ambito educativo, in cui si affrontano delle sfide decisive per la civiltà. In che modo i “saperi” possono diventare un sapere integrato e significativo? Come possiamo rendere inclusiva la scuola senza che ciò vada a scapito della qualità dell’istruzione? Quale uso possiamo fare delle tecnologie senza diventarne succubi? La risposta a questi interrogativi non è semplice né immediata, occorre allargare gli ambiti della nostra consapevolezza culturale e aprirsi ai contributi che, anche da luoghi e da tempi diversi, possono gettare luce sul complesso tema dell’educazione. La scelta di presentare questo saggio è per certi versi provocatoria, sia per la diversità del contesto culturale in cui è sorto, sia per la difficoltà intrinseca degli argomenti trattati. A questo si aggiunge una esplicita impostazi one cristiana riformata, pressoché sconosciuta in Italia. Noi crediamo tuttavia che il confronto aperto sulle tematiche trattate in questo saggio possa essere un trampolino di lancio per lo sviluppo di una più ampia partecipazione di tutte le idee, visioni del mondo e approcci culturali allo sviluppo dello spinoso ma ineludibile tema dell’educazione.
Nell’ambito del ciclo di conferenze “La riforma protestante nella società. Le conseguenze della Riforma del XVI secolo”.
A cura del Comitato Insegnanti Evangelici Italiani (CIEI) e dell’Associazione Evangelica CERBI di Ferrara

editoria

Geografia politica ed economica

https://www.amazon.it/gp/product/8854846260/ref=as_li_ss_tl?ref=nav_ya_signin&ref_=pe_1372281_337983041&&linkCode=ll1&tag=terzapaginain-21&linkId=fbde245e8b57af22a4357516ed4bde3e&language=it_IT

Il testo consiste in una raccolta di lezioni tratte dai corsi di geografia politica ed economica e di altre discipline territoriali della Facoltà di Scienze Politiche, e intende mettere in evidenza la connessione che si instaura periodicamente tra forme territoriali, teorie della politica e funzioni dell’economia nei vari contesti e alle varie scale dell’organizzazione civile dai primordi alle recenti evoluzioni della globalità.

Chissà se qualche docente utilizza il contributo ministeriale per comprare libri (e poi leggerli); CE NE SAREBBE TANTO BISOGNO!

poesia

Maria Luisa Vezzali

sabato 1 dicembre 2018 ore 11 in Sala del falcone

Biblioteca Ariostea Via delle Scienze, 17 Ferrara

Rassegna di poesia “Un sabato al mese”

Terzo e ultimo appuntamento per il 2018 con la rassegna di poesia “Un sabato al mese” curata da Angelo Andreotti con la collaborazione del Gruppo Scrittori Ferraresi.
“Un sabato al mese”, alle 11 di mattina, la sala del Falcone al piano nobile della Biblioteca Ariostea accoglie conversazioni, discussioni, letture poetiche con personalità che, a vario titolo, hanno a che fare con il mondo della poesia. Si prediligeranno poeti, ma potranno essere anche traduttori, forti lettori, editori, attori, ecc., in un clima di confronto, dialogante e informale.
Il terzo incontro ospita la poetessa e traduttrice Maria Luisa Vezzali (Bologna, 1964), docente di Materie Letterarie nella scuola superiore, è traduttrice di Adrienne Rich (Cartografie del silenzio, Crocetti 2000, e La guida nel labirinto, Crocetti 2001, premio per la traduzione dell’Università di Bologna) e Lorand Gaspar (Conoscenza della luce, Donzelli 2006). Per Raffaelli (2011) ha curato un’edizione dell’Anabasi di Saint-Jhon Perse.
In poesia ha pubblicato L’altra eternità (Ed. del Laboratorio 1987), Eleusi marina (in Terzo quaderno italiano a cura di F. Buffoni, Guerrini e Associati 1992), dieci nell’uno (EIDOS 2004, disegni e sculture di Mirta Carroli), lineamadre (Doonzelli 2007, premio Anterem/Montano), Forme implicite (Allemandi 2011, gioielli e disegni di Mirta Carroli). Suoi testi sono tradotti in inglese, spagnolo, francese, tedesco, svedese e arabo. Fa parte della redazione de “Le Voci della luna” e del collettivo di traduttrici WIT (Women in Translation).
A cura del Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara