conferenza

Il marketing della paura

Didattica 8-14 maggio 2017

Quante Storie nella Storia

XVI settimana della didattica in Archivio

Laboratori didattici e conferenze

“Quante storie nella storia”, XVI Settimana della Didattica in Archivio 2017, è promossa dalla Soprintendenza archivistica per la Regione E-R, da I.B.A.C.N. (Istituto per i beni artistici, culturali e naturali) Regione Emilia Romagna – Servizio Biblioteche, Archivi, Musei e Beni culturali, da A.N.A.I. (Associazione Nazionale Archivistica Italiana) Sezione Emilia-Romagna Gruppo di lavoro sulla didattica, con il supporto e la collaborazione delle Province e degli Archivi di Stato dell’Emilia-Romagna.
Il programma dettagliato è inserito negli appuntamenti dell’Archivio Storico e allegato alla newsletter.

 

Incontro con l’autore lunedì 8 maggio 2017 ore 17

Gesù e Buddha in dialogo

Presentazione del libro di Raffaella Arrobbio

Saggezza e Amore nel Buddhadharma e nei Vangeli (Lorenzo de Medici Press, 2016)
Introduce Marcello Girone Daloli
L’autrice esporrà, sulla base dei suoi studi e della sua esperienza diretta, alcuni principi fondamentali del Dharma esposto dal Buddha, proponendo un parallelismo diretto con l’Evangelo di Gesù. L’ultimo libro, appena pubblicato, porta alla luce le affinità di origine e contenuto del messaggio di Gesù e di Buddha e propone esempi – tratti dai testi tradizionali di entrambe le Vie – del loro comune messaggio di Saggezza e Amore. Affinità di insegnamenti e di cuore: entrambi i Maestri mettono al cuore della Via la saggezza che genera sguardo equanime e amore incondizionato.
Raffaella Arrobbio, laureata in Filosofia e in Psicologia, specializzata in Psicoterapia Cognitiva e diplomata in Shedrà, corso tradizionale di studi buddhisti, da più di trent’anni pratica meditazione secondo gli insegnamenti del Buddhismo Vajrayana, sotto la guida di esponenti della tradizione Buddhista del Tibet. Psicoterapeuta, con una visione della psicoterapia non solo come strumento di cura, ma anche come via per accedere alla vastità del mondo interiore in cui abita l’autentico benessere. Ha collaborato per molti anni alla Rivista di Studi Buddhisti Paramita e ha partecipato al volume antologico Psicoterapia e Meditazione (Mondadori, Milano 1991). Ha pubblicato Il Tesoro Nascosto –Le vie al benessere interiore (SEI, Torino 2001).

Didattica martedì 9 maggio 2017 ore 17

Gli studenti raccontano…

La Resistenza e “Il sentiero dei nidi di ragno” di Italo Calvino

Coordina l’incontro Davide Pizzotti
Comunicazioni di studentesse e studenti delle classi III A, III C e IIII D dell’IC “Dante Alighieri” di S. Agostino (Fe) accompagnati e coordinati dai proff. Davide Pizzotti , Anna Maria Cristiano e Michela Cis.
Parole immagini voci pensieri di ragazzi che presentano i loro elaborati, secondo diversi linguaggi, realizzati durante laboratori intorno alla Resistenza e al testo di Italo Calvino “Il sentiero dei Nidi di Ragno”. I lavori in classe sono stati introdotti da Daniele Civolani e Daniela Cappagli e realizzati in collaborazione con i docenti sopra indicati.
A cura di ANPI, Istituto Gramsci e Istituto di Storia Contemporanea

Conferenze e Convegni mercoledì 10 maggio 2017 ore 17

L’evoluzione della nostra visione dell’Universo, dalle origini ad oggi

Conferenza di Filippo Frontera

Durante l’incontro saranno ripercorse le tappe principali che hanno portato alla conoscenza dell’Universo come oggi è nota, a partire dagli “astronomi” babilonesi, attraverso gli antichi greci, Tolomeo, Copernico, Galilei, via via fino alla cosmologia contemporanea, basata principalmente su osservazioni con telescopi a terra e con esperimenti da satellite. Si potrà vedere il salto che c’e’ stato nella nostra conoscenza dell’Universo non appena si cominciato a osservare il cielo coi telescopi.
L’Accademia delle Scienze di Ferrara è la più antica associazione culturale ferrarese, fondata nel 1823, insignita nell’anno 1847 di decorazione accademica dal Sovrano Pontefice Pio IX, eretta in ente morale con decreto reale del 19 settembre 1935, ha per scopo l’incremento delle scienze. L’Accademia delle Scienze di Ferrara è divisa in tre classi: Scienze Mediche; Scienze Matematiche, Fisiche, Chimiche, Naturali; Scienze Giuridiche, Economiche, Storiche, Morali.
A cura dell’Accademia delle Scienze di Ferrara

Incontro con l’autore giovedì 11 maggio 2017 ore 17

Prima che io dimentichi

Presentazione del libro di Paolo Raneri

(Midgard Editore, Perugia 2015)
Dialogano con l’Autore Angela Natati e Stefano Cera (Segretario Nazionale APS)
Giacomo scrive la sua storia, vivendola in prima persona, senza sapere quale sarà l’esito del romanzo che sta vivendo, senza una quarta di copertina che lo riassuma, senza un’introduzione che lo guidi, semplicemente navigando a vista, soffermandosi scoglio dopo scoglio. Egli crede di aspettare una donna, invece aspetta di ritornare a se stesso, centrato, consapevole. Il suo restare, saldo, non è nella prospettiva di ricevere qualcosa in cambio, come i bambini che fanno i buoni perché sperano di ottenere il premio e rimangono delusi quando il premio non arriva o non è quello che si aspettano. Giacomo capisce che nonostante la nostalgia per il suo sogno perduto, il sogno vero è avere ancora la capacità di desiderare ma da una base sicura: se stesso. Al mare tutto arriva e tutto ritorna ed anche Giacomo, come un’onda, deve sperimentare il suo dover ritornare sulla stessa spiaggia da cui è cominciato il suo viaggi o verso la costruzione di sé
Paolo Raneri, psicologo-psicoterapeuta, ex giudice onorario Corte d’Appello Minorile, Perito Tecnico area psicologia giuridica, Presidente del Comitato Scientifico Associazione Padri separati, scrittore. Ha insegnato tecniche di comunicazione e gestione delle risorse umane preso la Scuola di Polizia di Spoleto ed ha insegnato presso la Uniglobus-Pusa psicologia sociale e di comunità. Coordinatore di numerose ricerche per enti pubblici e privati e progettista di servizi al cittadino per le Amministrazioni Locali. Autore di numerosi saggi tecnici, manuali e romanzi educazionali.
A cura dell’Avv. Angela Natati, Coordinatrice Regionale Associazione Nazionale Padri Separati

Conferenze e Convegni venerdì 12 maggio 2017 ore 17 in Sala Agnelli

Libertà e paura

Conferenza di Roberto Escobar

Coordina Francesco Lavezzi
La paura è tragica protagonista del nostro tempo e del nostro immaginario politico. Che cosa davvero è questo “sentimento” che crediamo di conoscere al punto di considerarlo ovvio? Si tratta di un’eccezione nella condizione degli esseri umani, o di una costante? È questa la prima domanda che ci si deve porre, per comprenderne il senso. E poi, che rapporto c’è tra paura e politica? I muri che sempre più vengono eretti per fare dei confini non più soglie, come dovrebbero essere, ma limiti invalicabili, stanno a indicare che sul “marketing della paura” si regge ormai da tempo la nostra politica, in primo luogo quella che comunemente chiamiamo populismo. E il populismo – ecco un’altra domanda necessaria – nasce solo da un cinico desiderio di potere, o è l’ombra proiettata sul presente e sul futuro dall’altra forma politica che oggi ci nega libertà, la tecnocra zia?
Per il ciclo “Libertà” a cura di Istituto Gramsci di Ferrara e Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara

Incontro con l’autore venerdì 12 maggio 2017 ore 17 in Sala Riminaldi

Chartacea supellex. L’inventario dei libri di Celio Calcagnini

Presentazione del volume di Antonella Ghignoli

(Roma, Istituto Storico Italiano per il Medio Evo, 2016)
L’evento sarà aperto dai saluti di Enrico Spinelli (Dirigente del Servizio Biblioteche e Archivi del comune di Ferrara), di Massimo Miglio (Presidente dell’Istituto storico italiano per il medio evo) e di Franco Cazzola (Presidente delle Deputazione provinciale ferrarese di storia patria). Il libro verrà presentato e discusso da Sandro Bertelli e Paolo Trovato dell’Università degli studi di Ferrara.
Il libro: Celio Calcagnini (1479-1541) appartenne a una delle famiglie patrizie più importanti, sul piano culturale e politico, di Ferrara: suo zio Teofilo fu il cortigiano prediletto di Borso d’Este, suo nonno Francesco fu allievo di Vittorino da Feltre e di Guarino Veronese e noto copista di importanti manoscritti; Celio stesso fu cancelliere della segreteria del cardinale Ippolito d’Este. Umanista ritenuto dottissimo dai suoi stessi contemporanei (tra questi, l’amico Ludovico Ariosto), Calcagnini dispose di una ricca biblioteca. Un codicetto manoscritto conservato oggi in Archivio di Stato di Modena ne porta le tracce, trasfigurate in brevi locuzioni e sparsi segni. Attraverso la critica testuale di questo «Überrest» prende forma, in questo libro, l’unica rappresentazione che storicamente è possibile dare di ciò che fu la raccolta di manoscritti (greci, latini, e volgari), di incunaboli e di stampe (greci, latini, ebrai ci e volgari)  di uno dei personaggi «più enigmatici e, nello stesso tempo, più rappresentativi del suo tempo» (Adriano Prosperi).
Antonella Ghignoli (Pisa, 1963) è attualmente ricercatore confermato di Paleografia e Professore Aggregato di Diplomatica presso Sapienza- Università di Roma, dopo aver ricoperto gli stessi ruoli in precedenza negli atenei di Viterbo-La Tuscia e di Firenze. Ha studiato a Pisa (laurea cum laude in Paleografia e Diplomatica), a Firenze (PhD in Storia medievale) e, come borsista di ricerca, a Lipsia e all’École française di Roma. Ha coordinato presso l’Istituto storico italiano per il medio evo – insieme ad Attilio Bartoli Langeli, Antonio Ciaralli e Paolo Mari – la «Scuola Nazionale per l’edizione delle fonti documentarie», e dirige con François Bougard (IRHT-CNRS) e Wolfgang Huschner (Universität Leipzig) la collana editoriale «Italia Regia. Fonti e studi per la storia medievale» presso Eudora-Verlag di Lipsia. La sua bibliografia, a partire dal 1991, inc lude volumi di edizioni critiche di testi documentari e numerosi studi condotti in quelli che sono i suoi principali ambiti di ricerca: scrittura e documentazione tra tarda antichità e alto medioevo; scrittura e documentazione regia del pieno medioevo (IX-XII secc.); notariato medievale; pratiche documentarie dell’Italia comunale; libri e biblioteche rinascimentali; metodologia della ricerca paleografica e diplomatistica; critica testuale ed edizione critica dei testi documentari.
Con il patrocinio del Comitato Nazionale V Centenario dell’Orlando furioso – Mibact

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.