conferenza

Scoprire i Balcani

Conferenze e Convegni Lunedì 13 marzo 2017 ore 17

L’educazione sessuale. Una non-conoscenza

Conferenza di Gabriella Rifelli (psicologa, psicoterapeuta, psicoanalista, sessuologa, Direttrice della Scuola di Sessuologia Clinica del Centro Italiano di Sessuologia)

Introduce Lina Pavanelli
La necessità di un’educazione specificatamente dedicata alla sessualità è apparsa quando si è cominciato a parlare più apertamente della questione sessuale. L’evoluzione storica e sociale del precedente secolo, dalla libertà sessuale degli anni 70’ all’avvento dell’AIDS negli anni ‘90, ha portato a costruire veri e propri percorsi di Educazione Sessuale, ma come se fosse una materia a sé stante come storia o matematica. Ma la sessualità è dimensione della persona e delle relazioni sociali, è presente nella cultura, nei costumi e nell’arte, è parte del nostro quotidiano e della nostra storia e riservare ad essa un angolo educativo forse risolve le ansie sessuofobiche degli adulti, mentre non offre certo agli allievi la possibilità di integrare la sessualità nel loro sapere e nella loro personalità. È possibile quindi confinare l’ ;insegnamento sessuale dentro appositi spazi educativi, affidandolo a formatori specificamente preparati? È possibile definire un’età degli allievi in cui sia giusto cominciare un’educazione sessuale? Oppure dobbiamo chiederci come ogni adulto possa partecipare attivamente all’educazione sessuale della persona in evoluzione?
Per il ciclo “I colori della conoscenza”, a cura di Istituto Gramsci di Ferrara e Istituto di StoriaContemporanea di Ferrara

 

Incontro con l’autore Lunedì 13 marzo 2017 ore 17 in Teatro Anatomico

Scoprire i Balcani, storie, luoghi e itinerari dell’Europa di mezzo

Presentazione del libro di Eugenio Berra

(Cierreedizioni, 2016)
Scoprire i Balcani è più di una comune guida turistica. Trecento pagine di descrizioni, schede immagini, informazioni, citazioni e preziose conoscenze che rendono finalmente paritaria la condizione storica, culturale e umana di territori e comunità che hanno a lungo faticato a costruirsi un’identità riconoscibile e riconosciuta sia nel passato che nel presente. Per un viaggiatore occidentale, curioso di immergersi nel mosaico territoriale dell’Europa di mezzo, tanti sono gli itinerari avvincenti proposti: Slovenia, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Serbia, Montenegro, Kosovo, Albania, Macedonia, Bulgaria, Romania. Il libro propone un percorso alternativo alle mete tradizionali, attento alla scoperta di splendidi luoghi minori e ai loro racconti, siano essi narrazioni, memorie, ricette, poesie o antiche leggende, le comunità di contadini e produttori appartenenti a Terra madre, la rete mondiale di Slow Food viaggiare in modo consapevole ris pettando ambiente, culture e persone. A curare il volume è Eugenio Berra, responsabile dell’Associazione Viaggiare i Balcani (VIB) che ha scelto di vivere a Belgrado.
A cura dell’Associazione Culturale Amici della Biblioteca

Conferenze e Convegni Martedì 14 marzo 2017 ore 17

Lo Statuto del Malefici del 1394

Conferenza di Mirna Bonazza

Il Comune antico della città di Ferrara nel prezioso codice statutario restaurato
Durante la conferenza interverrà il restauratore Franco Antolini che illustrerà le fasi di restauro del codice.
Di particolare interesse in materia di diritto penale è il Liber Statutorum et Provisionum ad Maleficia deputati del 1394 con aggiunte del secolo XV. Le determinazioni, risalenti sino all’anno 1321, quando la Magistratura, costituita dai Dodici Savi, aveva sede nel Vescovado, offrono una panoramica riguardo alle normative che dovevano essere raccolte in un precedente codice andato distrutto nell’incendio del 1385 che cancellò l’Archivio del Comune e le sue preziose carte.
Per il ciclo “Testo e contesto” a cura dell’Associazione Culturale Amici della Biblioteca

Invito alla lettura Mercoledì 15 marzo 2017 ore 17

La Follia in Letteratura, da McGrath a Lehane

Analisi e letture di Alberto Amorelli, Alessandro Tagliati, Sara Suzzi, Linda Morini

“In psicologia, psichiatria e nel senso comune con il termine follia o pazzia si indica genericamente una condizione psichica che identifica una mancanza di adattamento che il soggetto esibisce nei confronti della società, tipicamente attraverso il suo comportamento, le relazioni interpersonali e stati psichici alterati ovvero considerati anormali fino a causare stati di sofferenza psicologica per il soggetto.” Questo è il tema che La Compagnia del Libro andrà ad affrontare a marzo. Attraverso le parole di quattro autori estremamente diversi tra loro, nell’incontro si cercheranno di mettere in scena diversi aspetti della Follia. Si inizierà con il bestseller di Patrick McGrath “Follia”, passando per “I Fisici” di Friederich Durrenmatt, per arrivare alla nostra Alda Merini con “L’Altra verità. Diario di una diver sa” e concludere con un autore di thriller d’eccezione come Dennis Lehane con il pluri-acclamato “Shutter Island”. Curiosità vuole che dal romanzo di McGrath e da quello di Lehane siano anche stati tratti due film, il primo con Ian McKellan e il secondo con Leonardo DiCaprio.
A cura dell’Associazione Culturale Gruppo del Tasso di Ferrara

Conferenze e Convegni Giovedì 16 marzo 2017 ore 16,30

Moby Dick, o della Melancolia

Psicobiografia di Herman Melville

A cura di Stefano Caracciolo
Nell’antico Teatro Anatomico della Biblioteca Ariostea continuano con successo gli incontri con i quali Stefano Caracciolo, ordinario di Psicologia Clinica all’Università di Ferrara, propone di esplorare paesaggi straordinari come la Storia, la Follia, la Musica, la Malattia, l’Anima, il Cinema, la Poesia, la Morte e la Vita attraverso la lente della psicologia. Un ciclo di conferenze nel quale la psicologia si presenta come moderno strumento di lettura per cercare di trovare punti di riferimento nella realtà contemporanea. Sei nuove tappe di un percorso di viaggio all’insegna della narrazione di molte storie di grande interesse scientifico e culturale.
Per il ciclo Anatomie della mente – Conferenze dei Giovedì di Psicologia – Anno Decimo, in collaborazione con la Sezione di Psicologia Generale e Clinica della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Ferrara

Incontro con l’autore Venerdì 17 marzo 2017 ore 17

I fiori rossi del melograno

Presentazione del libro di Eugenia Paola Giovannelli

(Edizioni Terra marique, 2017)
Con prefazioni del Vicesindaco di Ferrara Massimo Maisto, del Presidente del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah Dario Disegni e dell’Assessore ai Saperi del Comune di Scandiano Alberto Pighini
Il libro prende il via dalla Calabria, regione ricca di melograni, dove soprattutto nel passato crescevano in abbondanza. Boris e Cora, guide turistiche di origine greca, conoscono Siria, la piccola che amava i fiori rossi del melograno. Rimasta sola dopo la catastrofe di un terremoto in Argentina, accompagnata da una suora, era stata ospitata in un orfanatrofio calabrese. Boris e Cora si affezionano a lei e ne chiedono l’adozione. Insieme si spostano dal Sud per cercare di esercitare la professione in terra estense. A questo punto incontrano Olga Ester, donna matura che la vita ha reso forte e generosa verso gli altri. Di origine ebraica visse nel ghetto di Ferrara dal 1939 al 1943. Con uno escamotage narrativo si ritorna indietro nel tempo, quando nel ghetto si viveva nella paura per la persecuzione razziale. La seconda parte del romanzo racconta la storia di alcune famiglie ebraiche, disperate per la dura sopravvivenza e la decisione di fuggire a Scandiano per proteg gere Olga Ester dalla deportazione nei campi di sterminio”. La terza parte si svolge  a Ferrara ai nostri giorni, quando nasce l’amore tra Siria e il giovane Alberto, appassionato nel campo della ricerca medica. Trova uno spazio speciale l’opera di Giorgio Bassani “ Il giardino dei Finzi – Contini “ attraverso la quale i due giovani ripercorrono il tormentato amore dell’autore per Micol e i tristi avvenimenti del particolare momento storico. Una storia frutto di immaginazione ma che rispecchia fedelmente i fatti e le date degli eventi storici.
Eugenia Paola Giovannelli, vive a Novellara (RE). Insegnante, ha scritto testi teatrali inerenti temi educativi, che hanno favorito il rapporto teatro/scuola. Ha pubblicato “Colin: immagini rubate al mare”, i racconti “Spazi Infiniti” e “La colonna sonora di una vita”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.