conferenza

Il teatro della democrazia

» lunedì 19 gennaio ore 17 – CHIAVI DI LETTURA
OPINIONI A CONFRONTO SULL’ATTUALITÀ
FERRARA vs FERRARA – Le controverse proposte per la rinascita della città estense
A cura di Sergio Gessi, direttore quotidiano online Ferraraitalia
Ferrara capitale estense, patrimonio mondiale Unesco, è un bene da tutelare e valorizzare. Sulle strategie di qualificazione e rilancio però i ferraresi si dividono: la disciplina del traffico in centro storico, la gestione del sistema museale, il riassetto di via delle Volte, del Giardino delle duchesse, della Darsena, la possibile riapertura del canale Panfilio, la destinazione d’uso del Castello sono solo alcuni dei temi sui quali la città si interroga e dibatte. Attraverso un articolato scambio di pareri emergeranno i punti di forza e le criticità delle differenti opzioni.
Si tratta del primo incontro di un ciclo promosso da Ferraraitalia con l’intento di “leggere il presente”. Ogni mese il quotidiano online, fedele al proprio motto di “informazione verticale”, proporrà un approfondimento su un tema di attualità, locale o nazionale. Lo farà mettendo a confronto voci e opinioni diverse, per alimentare dibattiti costruttivi che contribuiscano ad ampliare la conoscenza dei fatti, a favorire l’elaborazione di fondati punti di vista, nella convinzione che l’autonomia di giudizio sia imprescindibile condizione per l’esercizio dei diritti di cittadinanza e stimolo per una partecipazione attiva alla vita pubblica.
In collaborazione con il quotidiano online Ferraraitalia – L’informazione verticale

» martedì 20 gennaio ore 17 – TESTO E CONTESTO
Silvana Vecchio – TRACCE CERTOSINE IN ARIOSTEA
L’antica biblioteca della Certosa di San Cristoforo
La fondazione della Certosa di San Cristoforo è uno degli eventi più significativi legati alla figura di Borso d’Este. La ricostruzione di tale evento, che si colloca all’intersezione tra spiritualità religiosa e prestigio dinastico, non può prescindere dal tentativo di identificare anche la fisionomia dell’antica biblioteca della Certosa, inserendola nel quadro della cultura certosina e dell’attenzione particolare nei confronti dei libri che caratterizza questo ordine fin dalle sue origini. Alcuni manoscritti e opere a stampa conservati in Biblioteca Ariostea forniscono preziose testimonianze di questa ricca stagione culturale, legata anche al fiorire della cultura umanistica.
A cura dell’Associazione Amici della Biblioteca Ariostea

» mercoledì 21 gennaio ore 17 – LA COMPAGNIA DEL LIBRO
I LIBRI TABÙ – La letteratura difficile, scomoda e scabrosa
Analisi e letture a cura di Matteo Pazzi, Linda Morini, Elisa Orlandini, Alberto Amorelli
Nella storia della letteratura sono sempre esistiti libri scomodi, libri che venivano censurati perché troppo onesti su determinati argomenti. Libri censurati perché parlavano di realtà e verità che per la morale comune non potevano essere accettate.
A gennaio nel primo mese del nuovo anno La Compagnia del Libro vi condurrà in un excursus nella letteratura difficile, con argomenti scomodi e ai limiti dell’accettabilità per la morale comune.
Nabokov, Tondelli, Welsh e altri sono autori che si sono addentrati come equilibristi in temi difficili e “pericolosi” da affrontare cercando di usare la letteratura come un velo per parlare di pedofilia, omosessualità, droga, prostituzione e molto altro. Alcuni di questi libri al giorno d’oggi magari non faranno più parlare di sé come di testi da mettere all’indice, tuttavia nel periodo in cui sono usciti hanno rappresentato un bel colpo alla morale, affrontando senza veli e con molta crudezza – come ad esempio nel caso di Tondelli e Welsh – temi scottanti e difficili da digerire. Vediamo ora che effetto ci farà riparlare di questi testi. La Compagnia del Libro ci guiderà attraverso questi difficili argomenti.
In collaborazione con Associazione Culturale Il Gruppo del Tasso

» giovedì 22 gennaio ore 17 – FOCUS
IL NOSTRO FUTURO RUBATO – L’inquinamento ambientale sta minacciando la nostra specie?
Introduzione di Luana Vecchi (Presidente Gruppo Salute Donna UDI)
Relatrice Lina Pavanelli (Gruppo Salute Donna UDI)
“Il nostro futuro rubato” (Our stolen future) è il titolo di un testo scientifico divulgativo pubblicato per la prima volta negli Stati Uniti nel 1996 di Theo Colborn, Dianne Dumanowsky e John Peterson Myers. All’epoca, l’opera diventò immediatamente un best seller, fu tradotto in diverse lingue e Al Gore – l’allora vicepresidente degli Stati Uniti – la considerò talmente importante da scrivere di suo pugno la prefazione alla seconda edizione. Tuttavia, il libro non è mai stato pubblicato in italiano.
Questa conferenza vuole partire dalle basi scientifiche presentate in quest’opera per indagare un tema di attualità: quella particolare forma di inquinamento ambientale che minaccia la salute riproduttiva e la prole di tutte le specie, compresa quella umana. Di qui si procederà con l’evidenza che la diminuzione della fertilità maschile osservata in tutto il mondo, in seguito alla quale molte coppie sono costrette a ricorrere alla donazione di gameti – ovvero alla fecondazione eterologa – è da attribuirsi in gran parte a questa origine. Ne consegue che la polemica nostrana sulla liceità morale della fecondazione assistita e sulla donazione di gameti non guarda la realtà. Essa infatti non prende in considerazione le cause della diffusa ipo-fertilità, né si occupa di eventuali soluzioni. Tratta invece il problema come se esso riguardasse solo alcune coppie e non l’intera umanità, ponendo problemi morali fissando il dito… e non la luna.
Con il patrocinio del Gruppo Salute Donna UDI

» venerdì 23 gennaio ore 17 – ANTEPRIMA

LA DEMOCRAZIA COME PROBLEMA – Presentazione del nuovo ciclo di conferenze di Fiorenzo Baratelli
Saluto del Sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani
Dopo il crollo del Muro di Berlino la democrazia ha vinto come proposta di regime politico e sociale. Oggi, però, essa vive una crisi di fiducia. Quale atteggiamento avere verso questa sfiducia? Lamentarsi o capirne le cause? Il ciclo annuale organizzato dall’Istituto Gramsci e dall’Istituto di Storia Contemporanea propone un percorso di conferenze per approfondire i temi e le questioni che caratterizzano la democrazia come un problema sempre aperto.
A seguire IL TEATRO DELLA DEMOCRAZIA
Letture e riflessioni a cura di Piero Stefani e Maria Luisa Sgargetta
Introduzione di Anna Quarzi
Il dialogo di Stefani, non privo di passaggi ironici, propone alcuni nodi fondamentali della democrazia. Cosa si intende per popolo, cosa per cittadinanza? Quali rapporti esistono tra libertà e uguaglianza, tra sociale e politico? Quali responsabilità effettive hanno i cittadini nel tempo della globalizzazione?
A cura di Istituto Gramsci di Ferrara e Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.