biblioteca, conferenza

In Ariostea dall’1 al 4 dicembre

lunedì 1 dicembre ore 17 – POESIA E …

FESTA D’INVERNO – Poesia musica immagini e parole in libertà…
Introduce e coordina Fausto Bassini, Faust Edizioni
Interventi di Francesca Mariotti, presidente dell’Associazione Culturale “Olimpia Morata” di Ferrara e Paolo Raddusa, presidente dell’Associazione culturale “I poeti in strada” di Ferrara
Fotografie di Gian Franco Ganzaroli; filmati di Maurizio Ganzaroli
La Poesia, le Parole, la Musica, le Immagini, tutte forme ed espressioni d’arte che fanno parte e completano la nostra esistenza. La Faust Edizioni di Fausto Bassini vuole iniziare un appuntamento con la città di Ferrara che possa avvicinare e coinvolgere i concittadini, attenti e sensibili, creando, con l’Associazione culturale “Olimpia Morata” e la neonata Associazione culturale “I Poeti In Strada”, una vera e propria “Festa d’Inverno” a cui partecipare, anche attivamente, con i propri inediti. Le immagini saranno un omaggio alla città attraverso le fotografie di Gian Franco Ganzaroli e i filmati di Maurizio Ganzaroli. Un particolare ossequio sarà riservato al grande scrittore ferrarese Giorgio Bassani, con un breve reading a lui dedicato. Musiche dal vivo, tra classica e jazz, con flauti e sax… e sorprese per rendere il pomeriggio piacevole a tutti gli intervenuti in questo freddo inizio d’inverno.
» martedì 2 dicembre ore 17 – MOMENTI DI POESIA
Lorenzo Paolo Tosi – STENTATI SUICIDI. POESIE SCAPIGLIATE (Este Edition, 2014)
Letture di poesie con intermezzo musicale
Dialoga con l’Autore Riccardo Roversi, editore
Una raccolta di poesie caratterizzata da un linguaggio difficoltoso ma assoluto, i contenuti sono inseriti in un contesto astorico, che emerge dall’astio antiprogressista per la nostra epoca.
Lorenzo Paolo Tosi scrive le inquietudini di un selvaggio catapultato, come in un incubo allucinante, nella nostra età moderna. Non esiste una razionalità, il poeta cambia pelle, serpeggia tra vari generi, in ogni poesia muore e rinasce in una metamorfosi che rende il tutto imprevedibile. Emerge uno spirito ribelle e maledetto, anarchico e antiborghese. Scapigliato. (dal sito Este Edition)
Lorenzo Paolo Tosi è nato nel 1992 ad Arezzo e studia musica al Conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara. Questa è la sua prima silloge poetica.
» mercoledì 3 dicembre ore 16,30 – LA COMPAGNIA DEL LIBRO
L’ORRORE SECONDO STEPHEN KING – I capolavori del re del brivido
Intervengono Alberto Amorelli, Linda Morini e Anna Bonamici
Introduce e coordina Matteo Pazzi
La Compagnia del libro chiude il ciclo dedicato alla letteratura horror affrontando le opere più significative della sconfinata produzione letteraria di Stephen King. Indiscusso genio narrativo, autore di più di cinquanta romanzi e maestro del brivido, Stephen King ha la capacità di addentrarsi nei sotterranei delle paure umane al pari dei grandi indagatori della psiche. Ma il romanziere del Maine non è solo un grande scrittore horror; anche nelle storie più cupe e buie è riuscito a raccontare con impareggiabile delicatezza le tragedie e gli ingenui lampi di felicità presenti nell’infanzia e nell’adolescenza, come forse solo Dickens ha saputo fare. In King la gioia del raccontare una vicenda illumina sempre ogni pagina di ogni romanzo.
A cura dell’Associazione Culturale Il Gruppo del Tasso di Ferrara
» giovedì 4 dicembre ore 17 – ANNIVERSARI
CESARE BECCARIA ‘DEI DELITTI E DELLE PENE’ – A 250 anni dalla pubblicazione della fondamentale opera dell’illuminismo europeo
Conferenza di Michele Pifferi
Introduce e coordina Paolo Veronesi
ll libro di Beccaria del 1764 segna uno spartiacque nella storia del Diritto Penale e della giustizia criminale a livello internazionale. Per comprendere le ragioni del successo del “Dei delitti e delle pene” in occasione dei 250 anni dalla sua pubblicazione si propone una lettura che aiuti a comprendere la novità del testo rispetto alle condizioni della giustizia penale del tempo, ma anche le sue fortune successive, le interpretazioni che hanno reso Beccaria un ‘mito’ riformista cui ricorrere per fondare la penalistica nazionale ottocentesca o per proporre riforme che in realtà ne stravolgono il senso originario. Sempre però, su temi fondamentali della giustizia e della civiltà, dalla pena di morte al divieto di tortura, dalla carcerazione preventiva a principio di legalità, la cultura penalistica italiana, europea e internazionale sarà costantemente costretta a confrontarsi con il libro dell’illuminista lombardo.
A cura di Istituto Gramsci di Ferrara e Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.