conferenza

Filosofia dell’arte

martedì 30 settembre ore 17 – INVITO ALLA LETTURA

Maurizio Villani e Paola Marescalchi – FILOSOFIA DELL’ARTE (Edizioni del Giardino dei Pensieri di Mario Trombino, dicembre 2013)
Dialoga con gli autori Giuliano Sansonetti
Il testo è una ricerca sulla natura dell’arte e sul rapporto tra l’arte e il bello. Alle domande su “che cos’è l’arte” e “che cos’è il bello” sono chiamati a rispondere filosofi ed artisti. Il saggio, infatti, si compone di due parti: un profilo storico-critico di riflessioni filosofiche intorno alla definizione dell’arte e del bello artistico e, in parallelo, un percorso iconografico che presenta e discute un’ampia campionatura di opere d’arte dall’età classica fino alla contemporaneità.
Emergono le varie prospettive estetiche che hanno attraversato la cultura occidentale e che, soprattutto nell’ultimo secolo, hanno rivoluzionato i canoni tradizionali, fino alla dissoluzione del bello come criterio estetico.
Paola Marescalchi ha collaborato con Renato Barilli presso la cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea (Università di Bologna) e ha insegnato sino al 2007 Storia dell’Arte al Liceo Classico Ludovico Ariosto di Ferrara
Maurizio Villani è professore di Storia della Filosofia presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Ferrara e membro del Consiglio Direttivo della Società Filosofica Italiana. Ha scritto saggi filosofici ed è co-autore di manuali di storia della filosofia.
——————————————————————————————-
» mercoledì 1 ottobre ore 17 – CONFERENZA
GIACOMO PUCCINI – Nel Novantesimo della scomparsa (1924-2014)
A cura di Franchino Falsetti, critico d’arte e musicologo
Giacomo Puccini, raffinato cantore della semplice quotidianità, delle piccole storie di innamorati, di una popolare sensualità dai melanconici risvolti sentimentali. E ancora, un sensibile e contemporaneo artista nel verismo dell’esaltazione di un piccolo mondo d’innamorati: dalla “Manon” alla “Butterfly”, dalla “Bohème” alla “Tosca”, ove si specchiano le sue idealità liriche.
La personalità artistica di Puccini, ancora oggi, a novant’anni dalla sua morte, rimane oggetto di controversi giudizi critici, aldilà delle passionali emozioni e della popolarità delle intramontabili “recondite armonie”.
La figura eclettica di Puccini non può essere presentata secondo accademismi o rigorose valutazioni stilistiche, guardando, esclusivamente, al passato. E’ opportuno invece, per apprezzare la sua genialità e l’innovazione creativa, anticipatrice di quello che sarà un radicale cambiamento del “sentire” e “vivere” la musica, poter indagare i rapporti che l’artista coltivò, con istintiva curiosità e versatilità, con le diverse culture musicali e teatrali del suo tempo. (F.F.)
» giovedì 2 ottobre ore 17 – ITALIANI BRAVA GENTE RILEGGERE IL CARATTERE DEGLI ITALIANI
Claudio Cazzola – CARLO EMILIO GADDA. “LA COGNIZIONE DEL DOLORE”
“In una Brianza travestita da Sud America, il ‘giallo’ che ha imposto Gadda tra i valori della letteratura mondiale”.
Tale la sentenza di cassazione che campeggia in prima di copertina presso la seconda edizione einaudiana (1970) della “Cognizione del dolore”. Eppure, a chi si avventuri in una rilettura inesausta dei tratti che la compongono, l’opera si sottrae regolarmente a ogni classificazione: la sua stessa struttura per frammenti, unita all’assenza di una conclusione convenzionalmente intesa, è spia di quella polifonia tanto riuscita quanto complessa da unificare in un unico discorso critico.
Non resta che affidare il nostro orecchio al vento della parola gaddiana, per una navigazione mai uguale a quella precedente. (C.C.)
A cura di Istituto Gramsci di Ferrara e Istituto di Storia Contemporanea di FerraraTutti gli incontri saranno presso la Biblioteca Ariostea di Ferrara, in via Scienze 17

Annunci
conferenza

Conferenze alla Biblioteca Ariostea

lunedì 22 settembre ore 17 – VETRINA LETTERARIA

MIRELLA GUIDETTI GIACOMELLI: ARTE SENZA CONFINI – Presentazione del catalogo curato da Gina Nalini Montanari (Faust Edizioni, 2014)
Dialogherà insieme alla curatrice e all’artista il dottor Riccardo Modestino dell’ Associazione “De Humanitate Sanctae Annae”
Proiezione, con commento di Paolo Sturla Avogadri, del rarissimo cortometraggio “Un Cesare non Augusto” (1963) di Flavio Bertelli (fotografia di Paolo Sturla Avogadri), già sponsorizzato dal notaio Albino Giacomelli.
Sarà presente l’editore Fausto Bassini
Austria, Croazia, Svizzera, Russia, Cina, Belgio, Stati Uniti, Romania, Francia, Israele… Mirella Guidetti Giacomelli (scultrice, illustratrice, medaglista, pittrice ferrarese) ha intrapreso il suo emozionante itinerario espositivo all’Estero a partire dall’ormai lontano 1978. Dittico ideale con la biografia “L’anima di un’artista”, scritta dalla stessa Nalini Montanari, questo catalogo d’arte di patinata raffinatezza illustra, per la prima volta, il percorso internazionale della Guidetti Giacomelli.
Con il patrocinio dell’ Associazione “De Humanitate Sanctae Annae”

» martedì 23 settembre ore 17 – ACCADEMIA DELLE SCIENZE
Gabriele Battaglia – CONVERSAZIONI MEDICHE
Introduce Roberto Rizzo
Il 22 ottobre 1822, il dottor Alessandro Colla ospitò nella propria abitazione il primo degli incontri settimanali di medici, chirurghi e farmacisti che, l’anno dopo, vennero ordinati in forma associativa con il titolo di “Medica conversazione”. In quei tempi si trattava di incontri serali periodici di un ristretto gruppo di scienziati che si riuniva per discutere soprattutto di casi clinici di cui si erano interessati nell’esercizio della loro professione. In seguito quegli stessi professionisti della scienza medica decisero di formalizzare un regolamento, dando luogo a una associazione che prese il nome di “Accademia Medico-Chirurgica”, antesignana della attuale Accademia delle Scienze.
Il dottor Gabriele Battaglia ci riporta al valore e significato dell’opera dell’illustre Accademia che nel primo paragrafo del regolamento di fondazione sancisce: “Quella scientifica adunanza di parecchi medici e chirurghi e di alcuni farmacisti, la quale finora ebbe il nome di Medica Conversazione, in avvenire si chiamerà Accademia Medico-Chirurgica di Ferrara ed avrà per oggetto, siccome l’ebbe fino al primo suo nascere, l’incremento delle Scienze Naturali e piu’ particolarmente della Medicina e della Chirurgia.”
A cura dell’Accademia delle Scienze di Ferrara

» mercoledì 24 settembre ore 17 – INCONTRI CON L’AUTORE
Maria Antonietta Capuzzo Picello – FIORI NEL DESERTO (Este Edition, 2014)
Dialogano con l’Autrice Eleonora Rossi e Riccardo Roversi
Letture di Gianna Vancini
La partitura in tre sezioni di questa nuova silloge di Maria Antonietta Capuzzo conduce il lettore ad avvicinarsi come per gradi a un profilo poetico senza dubbio meno semplice e marginale di quello che l’autrice sembra volerci far credere. Le molte “immagini”, dei fiori, del deserto, del mare, delle persone amate, tengono ben fermo un percorso messo in discussione dall’andamento altalenante di un Io che parla di sé sottovoce. Un Io altrimenti sfuggente a una prima lettura che torna in fasi successive di approfondimento a presentarsi nella piena consapevolezza dei suoi pensati, delle sue aspirazioni, dei suoi desideri, dei suoi sogni. (Gianni Cerioli)
Maria Antonietta Capuzzo Picello è nata e vive a Ferrara.
Laureata in Lettere Antiche, si è dedicata all’insegnamento. Ha ottenuto vari premi e riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali, tra cui il 1° Premio San Valentino (Terni) con la silloge poetica “Come uccelli d’inverno” (Este Edition, 2008).
In collaborazione con il Gruppo Scrittori Ferraresi

» giovedì 25 settembre ore 17 – VETRINA LETTERARIA
Maria Teresa Cremonini – L’AMORE SOCIALE (Este Edition, 2014)
Dialoga con l’Autrice Riccardo Roversi
Un romanzo avvincente e ironico, un’introspezione dell’anima, un’attenta analisi dei sentimenti e dei desideri. Un viaggio leggero che trasporta il lettore al di là del bene e del male insieme ai due principali protagonisti. Una storia d’amore irrazionale, un invito a spezzare le catene che imprigionano la ragione, a liberare l’anima da ogni afflizione, sin oltre la soglia del giardino dell’Eden.
Maria Teresa Cremonini è nata a Ferrara e vive a Copparo (Fe). Ha lavorato nel “sociale” ed è titolare di una impresa artigiana nel settore dei servizi. Questa è la sua prima pubblicazione.
In collaborazione con il Gruppo Scrittori Ferraresi

» venerdì 26 settembre ore 17 – LA GRANDE GUERRA
E IL NOVECENTO EUROPEO
Stefano Caretti – GIACOMO MATTEOTTI E LA GRANDE GUERRA
Introduce Fiorenzo Baratelli, direttore Istituto Gramsci di Ferrara
A novant’anni dal suo assassinio ricordiamo Giacomo Matteotti. Egli fu un personaggio singolare. Ricco proprietario agricolo polesano, rinunciò a un’esistenza facile e sposò la causa dei contadini mettendosi contro la sua classe. Socialista riformista, fu contro la prima guerra mondiale e invocò l’insurrezione per fermarla. Avversario intransigente del fascismo, fu tra i pochi a vederne la natura intrinsecamente illiberale e totalitaria. Mussolini non tollerava la sua opposizione coraggiosa e documentata. Matteotti, per aprire gli occhi a un antifascismo pavido o incapace di unirsi e di agire per fermare la marcia autoritaria, decise di mettere in gioco la propria vita. Tra tutte le vittime della violenza fascista, Matteotti è assurto a simbolo. Ma la sua tragica morte non deve mettere in ombra la sua vita straordinaria, non perché avventurosa come quella di altri militanti antifascisti, ma perché ricca di grandi idealità tradotte nell’impegno coerente di tutti i giorni. Fu s indacalista, dirigente politico del Psi e grande parlamentare. Ne parlerà Stefano Caretti il suo più grande studioso e curatore della pubblicazione delle sue opere. (Fiorenzo Baratelli)
A cura di Istituto Gramsci di Ferrara e Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara
Arte

Mostra del libro antico e artistico

Al tradizionale appuntamento con l’editoria d’arte contribuiranno i librai antiquari ALAI-Associazione Librai Antiquari d’Italia, affezionati partner di Artelibro, che anche quest’anno hanno confermato la loro presenza nella grande mostra-mercato di Palazzo Re Enzo,  dove non mancheranno i libri di pregio e una sezione dedicata a riviste specializzate italiane e straniere.
Artelibro apre da quest’anno la sua mostra-mercato alle Gallerie d’Arte moderna e contemporanea italiane con una sezione espositiva specifica dal titolo PROGRAMMA ITALIA. Miti, Archetipi, Nuove Iconografie, da un’idea di Sergio Risaliti.
In collaborazione con Librerie.Coop e con l’attenta regia di Romano Montroni, nuovo presidente del Centro per il Libro e la Lettura, verrà allestita la consueta Libreria dell’Arte in Piazza Nettuno dove sarà possibile acquistare circa 2.000 titoli di 30 diverse case editrici.
Curata dal giornalista Stefano Salis, Artelibro organizzerà presso Biblioteca di San Giorgio in Poggiale, la seconda edizione della mostra Buona la prima! Le migliori copertine del 2014 scelte e giudicate da chi se ne intende. Una giuria composta da esperti provenienti dal mondo della comunicazione visiva e dall’editoria, a cui si affiancherà, con il suo voto, il pubblico, sceglierà e premierà la migliore.
Esempio felice dell’incontro tra editoria ed arte, la mostra La carica dei 101 al Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna, a cura di Stefano Salis e costruita su 101 copertine di libri di Andrea Camilleri, comprese le oltre 40 pubblicate dall’editore Sellerio (dove ad ogni copertina è associata graficamente l’immagine di un’opera d’arte,a partire da La strage dimenticata del 1984) e una buona selezione di quelle estere. La mostra, sarà illustrata e accompagnata da un intervento di Salvatore Nigro che parlerà, altresì, del suo recentissimo libro La Sirena e il suoi libri. Ritratto di Elvira Sellerio pubblicato dalle Edizioni Henry Beyle, con lo stesso Salis e l’editore Vincenzo Campo. Promossa dalle Edizioni Henry Beyle è anche una mostra intitolata Dalla “A” allo “ZOO”: due Alfabeti alla Biblioteca Sala Borsa. Rielaborate da modelli tipografici o disegnate per l’occasione, le “A” sono incise da Edoardo Fontana utilizzando matrici in linoleum. Il volume che le riunisce – con un testo di Valerio Magrelli – inaugura la collana “Alfabeti”.
La Biblioteca Universitaria di Bologna ospiterà ALFAZETA. Libri d’artista della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, a cura di Sergio Risaliti, Maria Letizia Sebastiani, Silvia Alessandri e Micaela Sambucco in cui si potranno ammirare, tra gli altri, capolavori di Pablo Picasso, Giorgio De Chirico, Lucio Fontana, Andy Warhol, Robert Rauschenberg, Jasper Johns, Pablo Picasso e la mostra Non solo Torah: codici preziosi e Bibbie rare dal fondo ebraico della Biblioteca Universitaria di Bologna, che presenterà un prestigioso fondo di manoscritti ebraici – fra i quali è stata riconosciuta la Torah più antica del mondo – codici miniati e rarissimi esemplari di Bibbie manoscritte del XII e XIII secolo. E ancora incontri e appuntamenti dedicati espressamente ai libri e all’editoria. A Palazzo Re Enzo si terranno due incontri a cura di Andrea Kerbaker: Figure e figuri della storia del libro, che parlerà degli uomini e delle donne che nel corso del tempo si sono affaccendati attorno alle pagine manoscritte e a stampa e la presentazione del libro Guida per bibliofili affamati di Barbara Sghiavetta e Maria Gioia Tavoni: un viaggio nella microeditoria italiana più sperimentale e creativa alla ricerca di editori che, fuori dai grandi circuiti, danno vita a libri belli e desiderabili; la presentazione del facsimile del Dioscurides Neapolitanus, codice greco della Biblioteca Nazionale di Napoli che, in 172 carte illustra in forma di “erbario” le proprietà e gli impieghi terapeutici di ben 409 specie vegetali, promossa da Aboca in collaborazione con l’Università e la Biblioteca Nazionale di Napoli; più specificamente sul versante dell’arte la presentazione del volume Apocalisse con Figure di cui parlerà Stefano Zuffi: un libro che narra l’ultimo viaggio di Albrecht Dürer ad Anversa tra il 1520 e il 1521, e sempre di Zuffi l’incontro con Giuseppe Chili, autore del volume Addio ragazze di Avignone, una fantastoria che ha per protagonista la figura del “writer” alle prese con le regole, talvolta spietate del mondo dell’arte contemporanea; la presentazione del libro di  Silvia Urbini, Somnii Explanatio. Novelle sull’arte italiana di Henry Thode, quella del Catalogo generale delle opere di Giorgio De Chirico dal 1972 al 1976 a cura della Fondazione Giorgio e Isa De Chirico e di Maretti Editore e quella del libro Italia: meraviglie artistiche e naturali della penisola, ne parleranno l’autore Stefano Zuffi e l’editore Luca Sassi; Si terrà inoltre l’incontro in anteprima dedicato al volume La Fabbrica dei sogni. Il bel San Francesco di Alfonso Rubbiani, catalogo della mostra che inaugurerà il 26 settembre nell’ex chiesa di S. Mattia nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della morte del restauratore e la conferenza sul libro di Andrea Emiliani, Una politica dei Beni Culturali edito da Bononia University Press di cui parleranno lo stesso Emiliani, Luigi Ficacci e Franco Farinelli. Al MAMbo si parlerà degli Aspetti inediti delle incisioni di Morandi, una conferenza sull’opera grafica di Giorgio Morandi che con l’incisione ha raggiunto altissimi risultati in finezza tecnica e resa poetica. La sua produzione calcografica verrà discussa da Luigi Ficacci, Ginevra Mariani e Carlo Zucchini partendo da tre lastre inedite, gentilmente donate dallo stesso Zucchini all’Istituto Nazionale per la Grafica di Roma, dalle quali sono stati tirati alcuni esemplari che, per l’occasione, saranno mostrati al pubblico. Come anteprima della mostra dedicata all’archivio fotografico di Achille Villani: Lo studio Villani di Bologna. Il più importante atelier fotografico del XX secolo tra indutria, arte e storia – il cui fondo è in gran parte posseduto dalla Fratelli Alinari I.D.E.A. di Firenze – che si terrà dall’11 dicembre 2014 al 28 febbraio 2015 presso le sale del Museo del Patrimonio Industriale e promossa da Unindustria Bologna, a Palazzo Re Enzo verrà presentata una mostra di dieci pannelli didattici ad essa dedicati. Il Museo Morandi, a Casa Morandi, presenterà invece il progetto fotografico che Giuseppe De Mattia ha dedicato a Casa Arcangeli per ricordare la figura del grande storico dell’arte. Per concludere, ancora al MAMbo Enrico Gusella parlerà del suo nuovo libro Sulla fotografia e oltre, una lettura sulle vite e i mondi di alcuni grandi fotografi del nostro tempo. Sabato 21 settembre ritorna la Serata d’Autore con apertura straordinaria dalle 20.30 alle 22.30 delle Gallerie d’Arte moderna e contemporanea di Confcommercio Ascom Bologna.

 

 

Arte

La scrittura splendente

Tesori manoscritti dalle biblioteche italiane


Bologna, Sala dello Stabat Mater

Biblioteca dell’Archiginnasio

19-25 settembre 2014

 

comunicato stampa

Il tema dell’undicesima edizione di Artelibro: ITALIA: TERRA DI TESORI pone con chiarezza l’obiettivo di “riscoprire” le meraviglie artistiche e culturali del nostro Paese, con il preciso intento di valorizzare quanto di bello abbiamo.

A questo proposito, nella cornice del Festival del Libro e della Storia dell’Arte, il 18 settembre alle ore 12.00 aprirà al pubblico una mostra di straordinari capolavori. Si tratta dell’esposizione La scrittura splendente. Tesori manoscritti dalle biblioteche italiane, organizzata da Artelibro e dalla Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio di Bologna, in collaborazione con la Biblioteca Estense di Modena e con la Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze.

La mostra si terrà presso la Sala dello Stabat Mater della Biblioteca dell’Archiginnasio dal 19-25 settembre 2014, e presenterà al pubblico una selezione di manoscritti straordinari per antichità, rarità di testimonianza storica e preziosità assoluta nel campo della scrittura e della miniatura libraria. Un concentrato, quindi, di valore eccezionale, che offrirà al pubblico la possibilità di vedere quattro pezzi di valore, che per stato di conservazione ed eccellenza sono normalmente esclusi dalla visione diretta.

Sarà possibile ammirare la Bibbia eseguita tra il 1455 e il 1461 per Borso d’Este, Duca di Ferrara, detta appunto Bibbia di Borso d’Este, “il libro più bello del mondo”, che tra i preziosi codici che la Biblioteca Estense di Modena brilla di luce propria e si segnala per la stupefacente bellezza delle sue “carte ridenti”, capolavoro assoluto della miniatura italiana del Rinascimento realizzato da grandi nomi, come Taddeo Crivelli e Franco dei Russi, che dipinsero ogni carta del manoscritto nel recto e nel verso, guardando alle nuove regole della prospettiva e creando una eccezionale galleria d’arte rinascimentale, la cui ricchezza non trova paragone in nessuna altra testimonianza artistica coeva.

La cosiddetta Bibbia di Marco Polo, proveniente dalla Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze, realizzata in Francia nella prima metà del Duecento (1230-1240), usata per la predicazione dai missionari Francescani che nella seconda metà del XIII secolo raggiunsero la Cina, rimasta in possesso di una famiglia di un eminente personaggio di Cham Xo (i.e. Ch’ang-shu) nella provincia di Nanchino, che la conservava dai tempi della dinastia Yuan e di Marco Polo, infine donata nel corso del Seicento al Granduca Cosimo III de’ Medici.

La Vita Christi di Ludolfo di Sassonia, il più bello tra i codici conservati nella Biblioteca dell’Archiginnasio grazie alle numerosissime, splendide e delicate miniature, databili alla metà del Quattrocento, attribuite a Cristoforo Cortese anche per la costante raffigurazione di una fauna variata (aironi, pavoni conigli, faraone ecc.) quasi una sigla di questo miniatore, che decorò il codice trascritto dal copista Michele Salvatico per la biblioteca dei Gonzaga di Mantova.

Sarà inoltre possibile sfogliare virtualmente il Codex Purpureus Rossanensis (presente in versione digitale), in scrittura greca vergata in oro e in argento su pergamena dalla colorazione porpora, datato alla metà del VI secolo e probabilmente originario della Siria. L’originale è conservato al Museo Diocesano di Rossano.

Considerata la straordinarietà dell’evento, Artelibro organizzerà tre conferenze che si terranno sempre alla Sala dello Stabat Mater della Biblioteca dell’Archiginnasio, per permettere al pubblico di conoscere la storia e il valore inestimabile dei manoscritti. Le descrizioni dei codici saranno affidate ad insigni studiosi: il direttore della Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII, Alberto Melloni, il prof. Fabrizio Lollini dell’Università di Bologna e l’ex direttore della Biblioteca Estense di Modena, Ernesto Milano.

Immagine: particolare di una pagina della Bibbia di Borso d’Este (1455-1461). Courtesy Biblioteca Estense, Modena.

Programma delle conferenze:

Sabato 20 settembre, ore 10.00-11.00
Nel crepuscolo del tardogotico: La Vita Christi di Ludulfo di Sassonia all’Archiginnasio
Interviene: Fabrizio Lollini, Università di Bologna

Sabato 20 settembre, ore 15.00-16.00
La leggenda della Bibbia di Marco Polo
Interviene: Alberto Melloni, Direttore Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII

Domenica 21 settembre, ore 17.00-18.00
“Bibbia bela” di Borso D’Este, il capolavoro assoluto della miniatura rinascimentale. Vicende storiche ed esegesi artistica
Interviene: Ernesto Milano, già direttore della Biblioteca Estense di Modena, con breve introduzione di Paola Di Pietro, che parlerà degli emblemi della Bibbia di Borso d’Este.

La scrittura splendente
Tesori manoscritti dalle biblioteche italiane

Sala dello Stabat Mater
Biblioteca dell’Archiginnasio
Piazza Galvani, 1 Bologna

Dal 19 al 25 settembre 2014

Organizzata da:
Artelibro, Festival del Libro e della Storia dell’Arte
Biblioteca dell’Archiginnasio, Bologna

In collaborazione con:
Biblioteca Estense, Modena
Biblioteca Medicea Laurenziana, Firenze

Orari visite: da lunedì a domenica, 10.00-19.00

Ingresso con biglietto

Per informazioni:
www.artelibro.it

biblioteca, conferenza

Conferenze all’Ariostea

lunedì 15 settembre ore 17 – RITRATTI

RUDOLF STEINER – La Scienza dello spirito: un messaggio per il terzo millennio
A cura di Marcello Girone Daloli
Filosofo della conoscenza, maestro dell’esoterismo cristiano, pioniere dell’ecologia della mente e della natura e promotore della dottrina occidentale del karma. Steiner ha lasciato una vasta eredità che ha dato nuovi stimoli alla pedagogia, alla medicina, all’agricoltura biologica, al teatro, all’architettura e alle arti figurative, sulla base di una singolare ricerca spirituale che fa da perno all’antroposofia o Scienza dello spirito.

» martedì 16 settembre ore 17 – SEGRETI E MISTERI
MERENDA CON L’ARCANO – Dal mistero di Tutankhamon ai libri proibiti
Prendendo spunto da due pubblicazioni della casa editrice Faust Edizioni – il saggio “L’Egitto curioso: spie, ladri di tombe, scioperi e lifting al tempo dei Faraoni” dell’autore romano Giuseppe Gerardi e il romanzo “Il convento dei veleni: una storia di ordinaria Inquisizione” della storica avellinese Carmen Barbaro – si parlerà di personaggi sulfurei, erbe diaboliche, chiromanti e torture dalla storia antica a oggi, passando per Ferrara città della magia.
Paolo Sturla Avogadri, autore del bestseller “La Ferrara segreta: storie che non sai” (Faust Edizioni), commenterà la proiezione dei seguenti documentari: “Storia dell’Università di Ferrara” (1963), “Amanti senza fortuna” (1949) voce di Arnoldo Foà, “Li 1135 nato: storia del Duomo di Ferrara” (1951).
Sarà tenuta una lezione di chiromanzia (lettura della mano) da parte di Maurizio Ganzaroli, titolare della “butega dal strion” alla manifestazione estiva Giostra del Monaco.
Sarà presente l’editore Fausto Bassini

» mercoledì 17 settembre ore 17 – LA COMPAGNIA DEL LIBRO
MEMORIE DAL FRONTE – Cinque racconti sulla Grande Guerra
Nell’Estate del 1914 iniziava l’evento che tuttora rimane, tristemente, il più grande cambiamento storico nella vita di tutti: la Prima Guerra Mondiale.
Nel centenario di questo cataclismatico avvenimento la Compagnia del Libro dedica un pomeriggio alla letteratura di guerra, a quegli autori che hanno scritto, ma soprattutto, hanno vissuto quei tremendi anni. Il primo evento della nuova stagione di incontri in Biblioteca Ariostea presenterà cinque grandissimi romanzi di guerra, sulla guerra e, immancabilmente, contro la guerra. Hemingway, Celine, Cendrars, Remarque e Lussu.
I cinque “soldati” della letteratura che ci racconteranno i romanzi scelti di questi autori sono: Elisa Orlandini, Linda Morini, Matteo Pazzi, Rosa Cristofori Solitario e Alberto Amorelli.
A cura dell’Associazione Culturale Il Gruppo del Tasso

» venerdì 19 settembre ore 17 – APPROFONDIMENTI
Adele Baldi – DI DISLESSIA NON SI MUORE
Diario di un percorso d’amore (Editrice Uomini Nuovi, 2013)
Presente l’autrice, introduce il Pastore Evangelico Paul Finch
Interventi di Massimiliano Urbinati, Dirigente dell’Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Ferrara, sede del Centro Territoriale di Supporto e Centro di Documentazione Le ali, e Laura Negrini, vicepresidente SOS dislessia onlus
Se, da una parte, il libro è una testimonianza della scoperta della dislessia di un figlio e della battaglia vinta dell’autrice e della sua famiglia, esso indica altresì la necessità di un intervento globale – una specie di alleanza terapeutica che vada oltre l’alunno e la scuola. E’ per questo che è stato invitato ad intervenire un rappresentante dell’AID nazionale e la preside di una scuola ferrarese che è già attiva in questo settore.
Adele Baldi è una mamma che, come tante altre, ha vissuto una situazione difficile a causa della dislessia di suo figlio Gabriele. Grazie alla presenza del Signore Gesù Cristo nella sua vita, però, ha potuto trovare una via che le ha permesso di risolvere i suoi problemi con armonia ed equilibrio. Con questo libro l’autrice vuole condividere la sua testimonianza e incoraggiare chi si trova in situazioni simili alla sua.
Arte

Civico 103

Il prossimo numero del magazine “civico 103” esce in coincidenza con l’inaugurazione della mostra “Jamie Reid. Ragged Kingdom”.
In programma a Palazzo Santa Margherita a partire dal 12 settembre e v
isibile fino al 6 gennaio 2015, la mostra è dedicata a Jamie Reid (1947), artista britannico legato al Situazionismo e ai movimenti anarchici, responsabile della grafica dei Sex Pistols, per i quali dette vita a immagini radicalmente rivoluzionarie, divenute simbolo della prima ondata del punk inglese.
L’evento, realizzato in collaborazione con la
Isis Gallery di Brighton, con la partecipazione di ONO arte contemporanea e sponsorizzata da Gruppo Hera, è inserito nel programma del festivalfilosofia, il cui tema, quest’anno, è stato individuato nel concetto di “gloria”.

Nel magazine, oltre all’editoriale a firma di Marco Pierini, un pezzo dedicato al percorso espositivo, un’intervista di John Marchant all’artista, il programma delle iniziative organizzate durante il festival, fra cui quella dedicata a “Volta”, libro d’artista di Francesco Carone, notizie ed anticipazioni sull’autunno,
sulla circuitazione delle mostre della Galleria civica e sulla decima giornata del contemporaneo, e uno spazio dedicato alla mostra “Michelangelo e il Novecento” allestita fino al prossimo 19 ottobre alla Palazzina dei Giardini.
Firma il racconto inedito “Bring something back…!” lo scrittore Enzo Mansueto.
Chiude il numero il fumetto con la rubrica “Gasp!” a cura di Stefano Ascari e Comicom.it con una vignetta firmata da Andrea Riccadonna.

La nuova veste digitale del magazine è sviluppata come web app (civico103.net)con una particolare attenzione al responsive design che rende i contenuti della rivista fruibili e ottimizzati da tutti i dispositivi mobili e non.
La versione cartacea è una pubblicazione a diffusione gratuita distribuita presso le sedi espositive dell’istituto modenese, nelle biblioteche, presso gli istituti culturali cittadini, nelle librerie, e nei principali punti informativi della città.
È pubblicata e può essere scaricata gratuitamente dal sito www.ebookeditore.it

Arte

Tesori d’Italia

TESORI D’ITALIA

A conferma  della volontà di valorizzare il patrimonio documentario italiano e la sua adeguata conservazione, lo storico Miguel Gotor terrà un’importante lezione che sarà il fulcro oratorio del convegno dal titolo Il restauro della carta e non solo, dall’antico al contemporaneo, sulle lettere di Aldo Moro, promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e che vedrà una serie di appuntamenti e conferenze sul tema del restauro con la partecipazione di numerosi esperti e studiosi.
Alcuni capolavori conservati nei musei e nelle biblioteche italiane, spesso non facilmente visibili al pubblico, saranno messi in mostra e offerti allo sguardo dei visitatori. Una mostra di eccezionale prestigio intitolata La scrittura splendente. Tesori manoscritti dalla biblioteche italiane sarà allestita nella Sala dello Stabat Mater della Biblioteca dell’Archiginnasio, che presenterà alcuni tra i massimi capolavori dell’arte libraria: la Bibbia di Borso d’Este (definito “il libro più bello del mondo”, uscito, nei secoli, una volta sola dalla sede in cui è conservato), l’antichissima Bibbia di Marco Polo”, il manoscritto Vita Christi dell’asceta ed esegeta biblico Ludolphus de Saxonia (la più bella tra le opere conservate nella Biblioteca dell’Archiginnasio di Bologna) e, nella versione digitale appositamente realizzata dal Quirinale, il Codex Purpureus Rossanensis, straordinario codice del V secolo in porpora e argento. La mostra è organizzata da Artelibro e dalla Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio di Bologna, in collaborazione con la Biblioteca Estense Universitaria di Modena, con la Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze e con il sostegno di Franco Cosimo Panini Editore, che produrrà anche un tavolo interattivo multi-touch per consentire al pubblico di sfogliare digitalmente i preziosissimi volumi, mentre la Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII presenterà a Palazzo Re Enzo e del Podestà una serie di nove pannelli didattici espressamente dedicati alla Bibbia di Marco Polo. La descrizione dei codici sarà affidata a insigni studiosi: il direttore della Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII, Alberto Melloni il Prof. Fabrizio Lollini dell’Università di Bologna e l’ex direttore della Biblioteca Estense di Modena, Ernesto Milano. Sempre all’interno di Palazzo Re Enzo, Franco Cosimo Panini Editore allestirà anche una mostra intitolata Il Leggendario Sforza-Savoia: un racconto per immagini del Rinascimento italiano, con alcune pagine tratte dal facsimile che riproduce fedelmente lo straordinario codice realizzato nel 1476, il più prezioso della Biblioteca Reale di Torino, eccezionale per il suo ricchissimo apparato illustrativo con più di trecento grandi scene miniate che accompagnano il testo.
Attiva sarà inoltre la partecipazione delle istituzioni culturali del territorio: Musei, Soprintendenze, Università, Biblioteche e Fondazioni pubbliche e private contribuiranno alla ricchezza del programma del Festival con iniziative autonome. Citiamo il MAST, Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologia,con la mostra David Lynch, The Factory Photographs, a cura di Petra Giloy-Hirtz dedicata a 124 opere del grande regista americano: una selezione di fotografie scattate dal 1980 al  2000 nelle fabbriche di Berlino e delle aree limitrofe, in Polonia, in Inghilterra, a New York City, nel New Jersey e a Los Angeles, i  suoi primi cortometraggi (poco noti al grande pubblico) e un’installazione sonora. La Fondazione Cardinale Giacomo Lercaro – Raccolta Lercaro con l’esposizione di tre arazzi fiamminghi del XVI e XVII secolo dedicati alle storie di Alessandro Magno e con il concerto del sabato sera Occasioni d’ispirazione. Distrazioni figurative di quattro architetti interpretate da musicisti jazz del Claudio Calari Quartet. E poi il Museo Ebraico di Bologna, con la mostra fotografica Daughters of the King | Figlie del Resull’universo femminile ebraico, la Biblioteca di Arti visive “I. B. Supino” del Dipartimento delle Arti e la Biblioteca Interdipartimentale di Matematica, Fisica, Astronomia e Informatica con l’esposizione dal titolo Le Biblioteche d’Ateneo si mostrano. Alla Biblioteca del Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica in mostra Un sottobosco di parole e immagini: le edizioni di luna e gufo, che comprende l’intera produzione di Fabrizio Mugnaini.
Lo spazio CUBO Centro Unipol Bologna ospiterà la mostra Carlo Levi. L’umanità dipinta con le parolein cui verranno esposte tredici opere appartenenti alla collezione del Gruppo Unipol. Accanto alla mostra una conferenza sull’autore con la partecipazione di Silvana Costa e la proiezione del film Cristo si è fermato a Eboli.
L’Accademia di Belle Arti di Bologna organizzerà l’esposizione Arte e Storia dell’Arte in Accademia: Ritratti dalla Quadreria e libri dal Fondo Panzacchi, mentre la Biblioteca Italiana delle Donne presenterà la mostra relativa alla donazione del fondo di libri d’arte di Ida Gianelli, figura significativa della critica d’arte contemporanea, con una importante selezione dedicata alle artiste della scena italiana e internazionale. Alla Fondazione Federico Zeri inaugurerà l’esposizione Il patrimonio perduto nelle fotografie di Federico Zeri, una raccolta di rare immagini di opere d’arte perdute o disperse, anteprima di un volume sulla fotografia storica di documentazione. Il Museo Civico Archeologico esporrà la sua ricca collezione di medaglie, considerate qui come splendidi libri d’arte illustrati, mirabilmente resi da eccezionali incisori, mentre l’IBACN – Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna e la Regione Emilia Romagna presenteranno alcune iniziative per il centenario della prima guerra mondiale con Esercitazioni sulla Grande Guerra. Parole e colori in Emilia e Romagna. AlMuseo Ebraico di Bologna si terrà invece l’incontro dal titolo I tesori ebraici in Italia, mentre alla Sala Museale del Baraccano si terrà la mostra di Loretta Cavicchi, Hölderin, lasciarsi ritrovare, promossa da Istituto di Cultura Germanica di Bologna.
Infine, guide “turistiche” d’eccezione ci porteranno a riscoprire i grandi gioielli artistici di Bologna, tra queste la studiosa Cristina Acidini, Soprintendente per il Polo Museale di Firenze, parlerà delle sculture di Michelangelo nella Basilica di San Domenico, Vittorio Sgarbi illustrerà Il Compianto del Cristo morto di Niccolò dell’Arca ospitato nella chiesa di Santa Maria della Vita, e il Soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le Province di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, Luigi Ficacci, terrà una conferenza dedicata al dipinto L’Estasi di Santa Ceciliadi Raffaello, conservato nella Pinacoteca Nazionale di Bologna intitolato Estasi di Santa Cecilia. Raffaello e l’Armonia.
Grande rilievo sarà dato al mecenatismo, al collezionismo e al rapporto tra pubblico e privato nella gestione e conservazione del patrimonio artistico. Per la curatela di Marco Carminati, vedremo una mostra dedicata ai tesori delle collezioni bancarie italiane che si concentra su un unico autore e su un capolavoro di indiscusso rilievo chiamato a rappresentare la ricchezza del patrimonio complessivo. Si tratta del capolavoro di Bernardo Bellotto, La Veduta di Verona con Castelvecchio e il ponte Scaligero da monte dell’Adige proveniente dalla Collezione Cariverona, che sarà ospitato dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. Attorno ad esso sarà realizzato un ciclo di conversazioni tenute da Paola Marini, Alessandro Morandotti e Marco Carminati dedicate al vedutismo veneto, al rapporto tra scienza e arte a partire dall’uso, da parte dello stesso Bellotto e del Canaletto, della camera ottica, e al rapporto tra arte e mercato. Sul versante del contemporaneo, l’imprenditore e collezionista Marino Golinelli parlerà del suo interesse per l’arte contemporanea con Ricardo Franco Levi nell’incontro La cultura nutre il pianeta, muovendo dall’idea che l’artista sia come un ricercatore delle scienze che indaga i problemi della società. All’artista come allo scienziato spetta dare risposte etiche e morali per costruire il villaggio globale da lasciare in dote alle future generazioni. Su questo stesso tema, venerdì 19 settembre nel Teatro Anatomico dell’Archiginnasio l’artista bolognese Sissi presenterà il suo progetto performativo Anatomia parallela. Sempre all’Archiginnasio, si potrà visitare la mostra Civiltà della carta: le più belle carte e filigrane attraverso i secoli organizzata dalla casa editrice Tallone. Più legata all’idea di “archetipo” l’installazione Magica Religio dell’artista Luca Lanzi a cura di Eli Sassoli de’ Bianchi, che dialogherà con il wall drawing realizzato da David Tremlett nella Cappella dei Carcerati di Palazzo Re Enzo.

 

festival, fumetto

Animazione italiana

In occasione del festival di filosofia

Venerdì12Settembre2014

09.00 – 23.00

Campani, Bignardi, Bonvi, Berselli, De Maria
Da Carosello a Supergulp!

La gloria dell’animazione italiana attraverso gli Studi modenesi

Curatori: Stefano Bulgarelli, Claudio Varetto, Stefano Bignardi, Clod
A cura di: D406 fedeli alla linea
ore 18.00: inaugurazione

Modena

Galleria D406 fedeli alla linea

aggiungi al tuo programma

Paul Campani, Secondo Bignardi, Bonvi, Renato Berselli e Guido De Maria hanno creato per gli Studi di animazione modenesi personaggi indimenticati, eroi di una nuova epica popolare entrata nelle case di tutti gli italiani grazie a Carosello e Supergulp!.
La mostra coprirà oltre 25 anni di questa storia gloriosa compresa tra il 1957, data di nascita di Carosello, e il 1981 che segna l’ultima edizione di SuperGulp! L’attenzione sarà centrata sulla produzione sugli Studi di animazione modenesi che in quegli anni hanno fatto la storia dell’animazione italiana: Paul Film, Studio Bignardi, PlayVision e Cartoncine, uniti dal collante della creatività di Bonvi e De Maria.
Straordinari, numerosissimi e in larga parte inediti i materiali esposti. Spiccheranno disegni originali a matita di Paul Campani degli  anni ’57-60, per la prima volta mostrati in pubblico – dall’Omino coi baffi, iconico testimonial della Bialetti, ad Angelino e Miguel son mi – le tavole originali di Nick Carter e di Sturmtruppen a firma Bonvi, i rodovetri di Giumbolo di Guido De Maria animato da Renato Berselli, cui si aggiungono i rodovetri dello Studio Bignardi per il Corto Maltese di Hugo Pratt, le sigle di Supergulp! e le animazioni di Quark (RAI) su disegni di Bruno Bozzetto.
Tra i numerosi altri protagonisti, l’indimenticabile Signor Bonaventura animato dallo Studio Bignardi, fino a un modenesissimo Sandrone con fondali fotografici di Beppe Zagaglia.

La mostra proseguirà fino al 2 novembre 2014.

Programma completo

 

 

Galleria D406 fedeli alla linea
via Cardinal Morone, 31
41121 Modena
Tel. 349 7604742
www.d406.it
info@d406.it
Facebook:  galleria D406 fedeli alla linea

 

Arte

Artelibro e Fontainebleau

IL GEMELLAGGIO CON IL FESTIVAL DI FONTAINEBLEAU

La partnership che Artelibro istituisce con il Festival de l’Histoire de l’Art di Fontainebleau sarà celebrata da una serie di appuntamenti. Il primo vedrà la partecipazione della presidentessa dell’Institut National pour l’Histoire de l’Art (INHA) Antoinette Le Normand-Romain e della direttrice del Festival di Fontainebleau, Florence Buttay. Antoinette Le Normand-Romain terrà una lezione su Jacques Doucet, il grande collezionista vissuto a cavallo tra Ottocento e Novecento la cui imponente biblioteca d’arte ha costituito il nucleo fondante della biblioteca dell’INHA.
Vi sarà inoltre una serie di lezioni dal titolo Carissime cugine. Scambi d’arte tra Italia e Francia con Cristina Acidini, Anna Ottani Cavina, Marta Morazzoni e il curatore del ciclo Stefano Zuffi.

 

L’INSEGNAMENTO DELLA STORIA DELL’ARTE

Le lezioni italo-francesi apriranno idealmente un’importante sezione di Artelibro, dedicata all’insegnamento della storia dell’arte. Particolare risalto verrà dato a un grande esponente di questa disciplina, Francesco Arcangeli, la cui figura sarà rievocata dal critico d’arte e curatore Claudio Spadoni, mentre Giorgio Cricco e Francesco Paolo Di Teodoro terranno una conversazione sull’evoluzione del loro affermato manuale Itinerario nell’arte. La Fondazione Gramsci Emilia-Romagna in collaborazione con Casa Carducci promuoverà un incontro dedicato alla Prima Mostra Nazionale d’Arte Contemporanea svolta a Bologna nel 1948, che suscitò aspre critiche da parte di Palmiro Togliatti e alimentò il vivace dibattito tra Realismo e Astrattismo.

ISTRUIRE DILETTANDO

Insieme con i servizi educativi dell’Istituzione Bologna Musei e con le sezioni didattiche di altri musei d’arte, Artelibro darà vita a un programma di attività di laboratorio e visite guidate che coinvolge bambini, ragazzi e famiglie nella conoscenza della storia dell’arte. La Mediateca di San Lazzaro organizzerà Coloring, mostra e laboratori dedicati ai libri da colorare, mentre il Museo Ebraico celebrerà la Festa di Purim, particolarmente amata dai bambini, con un workshop nel quale verranno illustrate le vicende narrate da un piccolo rotolo chiamato meghillahGiannino Stoppani Libreria per Ragazzi – Cooperativa Culturale Giannino Stoppani e Accademia Drosselmeier propongono un programma di mostre, incontri di formazione, presentazioni di libri, laboratori e seminari dedicati a quei libri per ragazzi che mettono in campo i grandi del mondo dell’arte da Giotto, Michelangelo, Giorgio Morandi fino agli autori del Contemporaneo.

ARTE PER TUTTI

Coerente con lo spirito innovativo del Festival è il coinvolgimento di nuovi divulgatori per la valorizzazione del nostro patrimonio artistico. Dallostorico Paolo Mieli, che illustrerà l’opera I funerali di Togliatti di Renato Guttuso al MAMbo, al consigliere artistico del Presidente della Repubblica Italiana Louis Godart, che parlerà dell’immagine dell’Europa. Un ospite d’eccezione converserà invece su un “taglio” di Lucio Fontana nel Teatro Anatomico del Palazzo dell’Archiginnasio.

CINEMA

Alla Cineteca di Bologna verrà proiettata una miniserie di quattro episodi dedicata a Ian Fleming, prodotta dalla BBC, Fleming – The Man who would be Bond. Le proiezioni saranno divise in due giornate: i primi due episodi saranno introdotti da Matteo Codignola – che cura le edizioni delle opere dello scrittore inglese per la casa editrice Adelphi – mentre gli ultimi due saranno introdotti da Stefano Salis che parlerà della grafica dei volumi.
Sarà infine presentata al pubblico l’edizione appena restaurata dalla Cineteca di Bologna della pellicola di Elio Petri Todo Modo, liberamente ispirata all’omonimo romanzo di Leonardo Sciascia.

 

conferenza, convegno, libri, poesia

Biblioteca Ariostea

Ferrara – Biblioteca Comunale Ariostea – Via Scienze, 17

Presentazioni librarie, conferenze, convegni e incontri con l’autore nella suggestiva cornice della Sala Agnelli presso la Biblioteca Ariostea.

8 settembre, ore 17
Presentazione e inaugurazione mostra
Prima Assoluta Nazionale
ENLLÀ DEL MAR / AL DI LÀ DEL MARE
Omaggio a Maria Àngels Anglada e Alda Merini – Dialogo poetico in forma di Libro d’Artista
A cura del collettivo Poètica Códex
9 settembre, ore 17.00 Accadde Oggi
CI RITORNI IN MENTE
Vita, morte e “misteri” di Lucio Battisti. A cura di Vincenzo Iannuzzo
Voci recitanti di Vincenzo Iannuzzo e Ilaria Zeri
Intervengono Sergio Rossoni, Valentina Piccinini e Alex Mari
10 settembre, ore 17 In Evidenza
THE DARK SIDE OF THE MOON / OCCULTA LUNAE PARS
I brani della mitica raccolta dei Pink Floyd tradotti in lingua latina
11 settembre, ore 17 Vetrina Letteraria
Emilia Manzoli Borsetti
Un mare di rossi papaveri
L’autrice ne parlerà con Gina Nalini Montanari
Sarà presente l’editore Fausto Bassini
12 settembre, ore 17 La Grande guerra e il Novecento Europeo
Matteo Galli
LETTERATURA E CINEMA TEDESCHI SULLA GRANDE GUERRA
13 settembre, ore 10,30
Giardino della Biblioteca
Officina Teatrale
L’IRRINUNCIABILE SOGNO DI COSIMO PIOVASCO DI RONDÓ
Libero adattamento da “Il barone rampante” di Italo Calvino – Regia Officina teatrale A_ctuar
14 settembre, ore 16,15
XV Giornata Europea della Cultura ebraica – Convegno di studi
DONNA SAPIENS LA FIGURA FEMMINILE NELL’ EBRAISMO
Èshet Chàil. Una donna di valore chi la può trovare? (Proverbi, 31, 10)
Introduce e modera Massimo Maisto, Vice Sindaco del Comune di Ferrara
Interventi:
Elena Loewenthal “Le figure femminili della Bibbia. Qualche divagazione”
Luciano Meir Caro “ La donna nel Talmud”
Elisabetta Traniello “Essere donna, ebrea, italiana nel Medioevo: una storia per Ricca Finzi”
Elisabetta Gnignera “Abiti ed ornamenti delle ‘iudee’ di Ferrara da Borso d’Este all’Età Moderna”
Anna Dolfi “Oltre i vetri della finestra. Bassani e la rifrazione dell’immagine femminile”
Gianfranco Di Segni “La condizione della donna nel Pahad Yishaq di Isacco Lampronti”
15 settembre, ore 17 Ritratti
RUDOLF STEINER
La Scienza dello spirito: un messaggio per il terzo millennio
A cura di Marcello Girone Daloli