conferenza, festival, filosofia

Per non tradire la fiducia dei bambini

Altro appuntamento da non perdere nell’ambito del ricco calendario della nona edizione del Festival Filosofi lungo l’Oglio. Venerdì 18 luglio, a partire dalle ore 21.15, nel cortile della Biblioteca Comunale C. Cantù, in corso Bonomelli, 37 a Rovato (Bs) [ in caso di pioggia nel Teatro San Carlo, sito in via Castello 32] è atteso l’intervento di Maria Rita Parsi – psicoterapeuta, scrittrice, Presidente della Fondazione Movimento Bambino nonché madrina del Festival– che affronterà la parola chiave della Kermesse concentrando l’attenzione sui più piccoli: Per non tradire la fiducia dei bambini. Un titolo che sembra quasi un imperativo e che pare richiamare gli intenti contenuti nel «Manifesto sulla visione Bambinocentrica del mondo» denominato Carta di Roma, recentemente ideato e promosso da Maria Rita Parsi e da un comitato scientifico ad hoc. L’importante documento sintetizza in 10 punti l’essenza di «un mondo a misura di bambino» e ne sprona la messa in pratica «quale l’unica, vera e ultima Rivoluzione possibile». Maria Rita Parsi – che ha dedicato la sua vita ai bambini e alla loro innocenza, spesso, preda della violenza quale «atto di potere» da parte degli adulti: dalla totale noncuranza, alla mancanza di dialogo per arrivare all’abbruttimento di chi pratica la pedofilia – scrive in Le mani sui bambini (Mondadori, Milano 1998) «Alle mani del potere nascosto, nemico di ogni umana convivenza e crescita, assomigliano le mani di chi non considera i bambini persone, di chi li fa crescere nel vuoto dell’indifferenza, di chi li umilia scandalizzando il loro cuore. […] Le mani di chi li sopraffà e li sfrutta, di chi li rende vittime di soprusi, di abbandoni, di abusi, di sevizie, di chi approfitta del “silenzio di Isacco” e della sua rassegnazione al sacrificio. Sono mani di adulti immaturi, irrealizzati, violenti, perversi». Spezzare il silenzio che si cala, troppo spesso, su questi atti disumani è già un primo, anche se piccolo passo, per non tradire la fiducia dei fanciulli.

CHI È MARIA RITA PARSI

Psicoterapeuta e scrittrice, svolge da anni un’intensa attività didattica e di formazione presso università, istituti specializzati, associazioni private. Ha elaborato una metodologia psicologica della «psicoanimazione»: ha fondato e dirige la SIPA (Scuola Italiana di Psicoanimazione). Negli ultimi trent’anni, ha formato migliaia di persone con la metodologia a mediazione creativo-corporea – da lei ideata e messa a punto – per lo sviluppo del potenziale umano. Nel 1986 è stata insignita del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica italiana. Nel 1991 Maria Rita Parsi ha dato vita alla Fondazione Movimento Bambino che conta fulcri in tutta Italia e nella Svizzera Italiana per la diffusione del pensiero e dell’arte dei bambini contro gli abusi e i maltrattamenti e per la tutela giuridica, sociale, culturale dei ragazzi. Recentemente è stato attivato il progetto Fondazione Movimento Bambino per Haiti e Santo Domingo. Nel 2012 viene eletta al Comitato ONU per i Diritti del Fanciullo, organismo con sede a Ginevra che ha il compito di verificare che tutti gli Stati aderenti alla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti del Bambino ne rispettino gli obblighi. Per Mondadori ha pubblicato, tra gli altri: L’amore violato (1996); Le mani sui bambini (1998); La trilogia della città di R. (1999); Più furbi di Cappuccetto Rosso (2000); Fragile come un maschio (2000); Cuore di mostro (2002); L’alfabeto dei sentimenti (2003); Amori imperfetti (2004); La natura dell’amore (2005); Single per sempre (2007); Alle spalle della luna (2009); Ingrati. La sindrome rancorosa del beneficato (2011), Doni. Miracoli quotidiani di gente comune (2012); Amarli non basta. Come comprendere il linguaggio misterioso dei nostri figli e riuscire a comunicare con loro (con A. Gangeri), a cura di F. Zagarella (2013). Ricordiamo inoltre: Onora il figlio e la figlia (con M.B. Toro), Salani, Milano 2006; Un bambino maleducato (con T. Cantelmi, M.B. Toro), Salani, Milano 2007; Il cervello dipendente. Un’intervista di Maria Rita Parsi (con L. Pulvirenti), Salani, Milano 2007; Promiscuità. Confusione, profusione o diffusione, (con F. Zagarella), Compositori, Bologna 2008; La virtù dell’ascolto, in Vizi e virtù, a cura di F. Nodari, Massetti Rodella, Roccafranca 2008, pp. 15-31; L’oppio dei popoli. Quando la religione narcotizza le coscienze (con V. Andreoli, P. Crepet, D. Meghnagi), Piemme, Milano 2009; Amore e destino, in Destino, a cura di F. Nodari, Massetti Rodella, Roccafranca 2009, pp. 35-53; Il corpo delle donne, in Corpo, a cura di F. Nodari, Massetti Rodella, Roccafranca (Bs) 2010, pp. 111-137; Felice-mente. La felicità al tempo delle escort, a cura di F. Nodari, Massetti Rodella, Roccafranca 2011; L’assassinio di Margherita Lessure, Gruppo Editoriale Viator, Milano 2012; La felicità è contagiosa, Piemme, Milano 2012; Dignitoso come un bambino in Dignità, a cura di F. Nodari, Massetti Rodella, Roccafranca 2012, pp. 103-111; Maladolescenza. Quello che i figli non dicono (con M. Campanella), Piemme, Milano 2014.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.