mostre, Viaggi

Una inaugurazione di 24 ore

Sabato 27, alle 18, inaugura il nuovo museo delle scienze di Trento, progettato da Renzo Piano;  leggi il programma degli eventi

Si popola di abitanti il MUSE, il nuovo Museo delle Scienze di Trento: si lavora senza sosta per completare i tanti allestimenti che andranno ad arredare e animare il museo disegnato da Renzo Piano. Gli scheletri dei dinosauri e quello di una balenottera comune, la sfera della Noaa, gli animali tassidermizzati sospesi nel grande vuoto al centro dell’edificio, il labirinto della biodiversità e il ghiacciaio sono gli allestimenti già terminati, ma i lavori sono in corso e tanti altri reperti originali E exhibit multimediali sono pronti a essere collocati nei 6 piani del MUSE. Le 150 persone impegnate nelle operazioni – tra staff, team allestitori, fotografi e video maker – continuano a lavorare ininterrottamente per essere pronte ad alzare il sipario sul più recente gioiello architettonico e culturale del nostro Paese.

Si procede secondo un programma suddiviso in due fasi, la prima che ha visto il trasloco dalla vecchia sede di Via Calepina, dove risiedeva il Museo Tridentino di Scienze Naturali, al MUSE e la seconda con lo spostamento delle collezioni e degli uffici (che terminerà a settembre). La “macchina umana” al lavoro è imponente.

Tra gli allestimenti spiccano gli oltre 450 gli animali, oltre alle tantissime esposizioni dedicate a temi quali: clima, educazione ambientale, futuro sostenibile, società, natura, green economy, paesaggio e innovazione.
Già pronta e funzionante la sfera interattiva della Noaa, che mostra immagini animate di tempeste atmosferiche, conseguenze di cambiamenti climatici, movimenti dei continenti aggiornate con uno scarto temporale di pochi giorni. Al piano -1 sono arrivati gli scheletri che popoleranno la galleria dei dinosauri e quello di una balenottera trascinata al porto di Livorno da una nave. Si è popolato anche il Big Void, che attraversa verticalmente e centralmente i piani espositivi, nel quale grazie a un inusuale concetto espositivo, sono sospesi animali tassidermizzati e scheletri di specie ora estinte. Al 3° piano nel labirinto della biodiversità il visitatore potrà provare l’esperienza di scendere un sentiero di montagna, attraversando 26 ambienti diversi, per scoprire la fauna e la flora anche attraverso l’ascolto suoni e dei canti della natura. Al 4° piano è pronto il ponte attrezzato lungo il quale il visitatore potrà toccare con mano un fronte glaciale ricostruito con rocce, vegetazione e ghiaccio veri. Nei prossimi giorni sarà allestita la Time Machine al 1° piano, fino alle ultime grandi operazioni di conclusione dei lavori che si terranno tra il 10 e il 20 luglio.

C’è attesa anche per il completamento degli allestimenti del FabLab, una piccola officina-laboratorio aperta al pubblico che offre strumenti per la “personal digital fabrication” come stampanti 3D, laser cutter, plotter e processori Arduino. Il FabLab sarà in rapporto diretto con alcuni spazi analoghi operanti nell’ambito della rete mondiale dei fabber, un’opportunità per chiunque abbia idee da trasformare in progetti concreti.
La curiosità cresce anche attorno al Maxi Ooh!, lo spazio per la sperimentazione attraverso i sensi dedicato ai bambini da 0 a 5 anni. Un luogo nel quale genitori e figli potranno fare esperienze insieme e scoprire l’ambiente in modo creativo e inusuale.
Ultima a essere completata sarà la serra tropicale montana con cui il MUSE porta a Trento un frammento di foreste dell’Eastern Arc, una delle più importanti catene montuose dell’Africa orientale. La serra permetterà di toccare con mano uno dei principali hotspot di biodiversità del nostro pianeta, raccontando gli usi tradizionali e il valore medicinale delle specie più significative. Al suo interno, il visitatore potrà ammirare i fiori profumati della Tabernae montana, simili al gelsomino, toccare i fusti del banano selvatico, passeggiare tra le fronde delle felci arboree e scoprire l’habitat naturale delle violette africane. La serra ospiterà anche invertebrati e altri animali tra cui anfibi, rettili ed uccelli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.