libri

La passione dell’anticapitalismo

lineamenti per una nuova filosofia della storia. La passione dell’anticapitalismo di Costanzo Preve e Luigi Tedeschi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quarta di copertina del libro edito da Il Prato e nota biografica degli autori:

Dinanzi alla crisi devastante del capitalismo, sorge l’esigenza di comprendere il nostro presente storico. L’attuale capitalismo, proprio perché assoluto, non necessita di storia, rappresentando esso stesso “la fine della storia”, secondo la definizione di Fukuyama, né tantomeno di filosofia, ma di dogmi ideologici. L’eterno presente del capitalismo globale è in realtà la fase terminale di un processo storico ormai esaurito e dalla sua crisi sistemica può nascere una nuova storia, un nuovo umanesimo, una nuova utopia. Non esiste infatti storia senza filosofia, proprio perché, secondo la definizione di Hegel la filosofia altro non è che “il nostro tempo appreso nel pensiero”. Una storia senza filosofia si tramuterebbe in uno storicismo fine a se stesso, una ideologia giustificazionista del fatto compiuto. Una filosofia senza storia, diverrebbe una concettualizzazione astratta autoreferente, che darebbe luogo ad un dogmatismo ideologico opposto, ma identico nei suoi effetti, allo storicismo, perché nel divenire della storia verrebbero solo ricercate conferme delle presunte “verità” ideologiche.

In questo libro vogliamo proporre un dialogo imperniato sull’analisi del pensiero di Vico, Hegel, Marx, Heidegger, Nietzsche, Bloch. Riproporre la problematica della filosofia della storia significa riscoprire il senso della storia, alla luce del contenuto veritativo della filosofia. Pensare il nostro presente nell’ottica della filosofia della storia e quindi considerare la storia umana come un processo unitario che ha come unico soggetto l’Uomo, pensato come entità rappresentativa della totalità dell’umanità, significa porsi in una condizione di radicale alternativa filosofica, etica e politica dinanzi al vuoto di essere prodotto dalla alienazione dell’uomo nella mercificazione capitalista globale. Dato che il capitalismo non riuscirà a determinare la fine della storia, è dunque necessario riscoprire il fine della storia per comprendere il nostro tempo, e quindi le sue potenziali possibilità di trasformazione etica, sociale, politica.

COSTANZO PREVE (1943) ha studiato scienze politiche, filosofia e neoellenistica nelle università di Torino, Parigi e Atene (1961 – 1967). Ha insegnato poi filosofia e storia nei licei italiani (1967 – 2002). E’ autore di molti studi di storia del marxismo e di storia della filosofia pubblicati sia in italiano sia in lingue straniere. Il suo contributo agli studi filosofici, è principalmente rivolto ad una ricostruzione razionale e non ideologica della storia del marxismo e ad una riattualizzazione convincente del pensiero greco classico.

LUIGI TEDESCHI (1954) laureato in giurisprudenza con una tesi in filosofia del diritto su Max Stirner, è svolge la professione di revisore legale dei conti e consulenza aziendale. Con Costanzo Preve ha pubblicato nel 2008 il libro “Alla ricerca della speranza perduta”, dialogo filosofico – politico sulle problematiche del nostro tempo, oltre al libro intervista “Dove va la finanza?” con Giorgio Vitangeli, direttore del periodico “La Finanza”. I suoi interessi principali, oltre alla filosofia, sono nel campo della economia e della finanza.

fonte: http://pauperclass.myblog.it/archive/2013/06/13/lineamenti-per-una-nuova-filosofia-della-storia-la-passione.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.