festival, mostre

Uomini e lavoro alla Olivetti

THE DAY AFTER
Vasti spazi deserti, negli stabilimenti e nei palazzi. La celebre parete di vetro di una fabbrica è coperta da ponteggi: si staccano pezzi. Sigillato l’esagono della mensa, sgombro il Centro Studi. Polvere, chiazze, ruggine. Tombe vuote di un lavoro scomparso (delle quali la celebrata bellezza impedisce la demolizione). Per salvare quella vita di lavoro dall’oblio, persone che hanno avuto il privilegio di condividerla, in una varietà di ruoli aziendali, hanno inteso evocarla sulla traccia delle loro traiettorie lavorative. Si sono affidati a mani capaci di disegnare l’ordito delle domande entro cui calare la trama delle loro risposte. Saranno i limiti di questo microcosmo di testimonianze. Ne mancano alcune, impedite della morte della persona (come di Pier Giorgio Perotto, entusiasta di questo impegno collettivo) e diviene evidente che questo compito non era dilazionabile. Il successo del-l’impresa di Camillo e Adriano (e Roberto, cui si deve il perseverare nella con-versione all’elettronica) e la sua decadenza sono sincroni con lo sviluppo e il dileguamento dell’Italia industriale (ossia della grande impresa, della sua prospettiva strategica e della sua capacità d’innovazione in settori di tecnologia avanzata). Agli imprenditori costruttori di futuro sono andati subentrando cacciatori di valori azionari, speculatori del mercato borsistico, arraffatori di monopoli, artefici di partecipazioni incrociate e di piramidi societarie. A un mondo del lavoro umiliato in una società lacerata e disorientata, succube delle vicende aleatorie di un’economia finanziarizzata, si rivolge il coro di queste testimonianze. Esse ricordano il valore permanente delle ragioni di quel successo d’impresa: la responsabilità e capacità di costante innovazione e anticipazione, realistica e audace, razionale e immaginativa, votata all’eccellenza dei prodotti, alla qualità della vita lavorativa, all’elevazione della vita sociale.
Francesco Novara                                                            Torino, ottobre 2005

Se ne parlerà a Bondeno (FE), domenica 23 settembre, nel corso della manifestazione “Ricominciamo dal futuro”

Scarica il programma

Annunci
fotografia

SI Fest #21


Le letture dei portfolio si inscrivono nella tradizione del festival della fotografia di Savignano. Esperti provenienti da differenti esperienze professionali leggeranno i portfolio dei fotografi che si pre-iscrivono entro l’8 settembre compilando il modulo di iscrizione che troverete sul sito http://sifest.net/.

I portfolio segnalati dagli esperti accedono alla selezione finale per l’attribuzione dei seguenti premi da parte di giurie specializzate:
Premio SI Fest/Portfolio 12
Premio Fotogiornalistico Parallelozero/SI Fest
Premio MiCamera
Premio SpazioLabo’

Per maggiori informazioni sulle norme di regolamento e per visionare l’elenco dei lettori vi invitiamo a visitare il nostro sito http://sifest.net/.

Seguici su:

Facebook & Twitter

editoria

Rosso China, portale di servizi per scrittori

Rosso China è un’agenzia di servizi per scrittori. Si occupa di correzione bozze, editing, schede di valutazione, impaginazione, progettazione copertine, ghostwriting, racconti personalizzati, traduzioni, trascrizione manoscritti, creazione ebook e consulenza sul self-publishing.

Sul portale è possibile calcolare un preventivo online per ogni servizio, senza spedire il proprio manoscritto e senza sorprese.

Rosso China propone anche concorsi letterari (per racconti horror, noir, erotici, d’amore, ecc.) che prevedono la pubblicazione di bellissimi volumi compresi in cinque diverse collane.

Il sito: www.rossochina.it

Email: info@rossochina.it

festival

San Precario

Andrea Fumagalli con Alessia Ballinari
DALLE LETTERE DI SAN PRECARIO
Viene riportato in alcuni dizionari che “precario” signifi ca “ottenuto
per grazia, dietro preghiera”. Le metafore religiose si sprecano nella saga di
San Precario, da dieci anni sardonico protettore di coloro per i quali il lavoro, seppur
temporaneo, non è un diritto ma una concessione. Ora che la precarietà, condizione
di vita incerta, subalterna, ansiogena, è divenuta la forma “normale” del rapporto di
lavoro, è necessario chiedersi se abbia effi cientemente aiutato l’economia italiana ad
alzare la testa o se sia al contempo concausa ed eff etto di una crisi che, prevedibilmente,
stringerà ulteriormente il nodo scorsoio delle condizioni contrattuali ed esistenziali
dei lavoratori. L’economista Andrea Fumagalli (Sai cos’è lo spread?) e Alessia
Ballinari attivista della rete San Precario si confrontano sull’impatto della precarietà
lavorativa sull’economia italiana e sulle possibili ricette per sciogliere il nodo, senza
necessariamente ricorrere a ceri devozionali al santo di turno.

Giovedì 6 settembre, 10.15 Chiostro del museo diocesano, Mantova € 4.50

Festival letteratura 2012 , dal 5 al 9 settembre

conferenza

Umanesimo

Festival di Mantova, 6 settembre

15.15 • cortile dell’archivio di stato • € 4,50
Stephen Greenblatt con Nicola Gardini
IL LIBRO RITROVATO
La grande stagione dell’Umanesimo italiano si apre con le avventurose ricerche
dei manoscritti dei classici dell’antichità. Un nucleo di fi lologi entusiasti parte per
i monasteri di tutta Europa nella speranza di ritrovare opere considerate ormai irrimediabilmente
scomparse. Stephen Greenblatt, uno dei più importanti studiosi del
Rinascimento nonché vincitore del Premio Pulitzer 2012 per la saggistica, racconta
forse la più celebre di quelle storie: quella del ritrovamento del De Rerum Natura
da parte dell’umanista Poggio Bracciolini. Insieme a Nicola Gardini (Rinascimento),
l’autore di Il manoscritto mette in luce le infl uenze che la lettura del ritrovato poema
di Lucrezio ebbe non solo sugli intellettuali dell’epoca di Poggio, ma sul pensiero
occidentale nei secoli successivi”

Quando finì la civiltà classica il monachesimo passò un migliaio di anni a conservarne la memoria;  speriamo che, quando finirà la nostra, qualcuno faccia altrettanto.

Primo piano

Senza denaro

Dopo le catastrofi il denaro non ha più valore. Il valore fondamentale di una certa

cosa dovrebbe essere la sua natura o la sua qualità di anima.

Dovremmo domandarci: «Questa cosa è buona? E’ una cosa che ci aiuta? E’ una cosa bella?» e non: «Quanto costa?».

Così afferma Hillman, ed è in questo spirito che abbiamo programmato a Bondeno (uno dei 103 comuni colpiti dal terremoto del 20 e 29 maggio), dove risiede la nostra associazione, la manifestazione “Ricominciamo dal futuro”, dal 22 al 30 settembre 2012, presso la Società operaia di Mutuo Soccorso.

Infatti tutti gli intervenuti partecipano a titolo gratuito, non riceviamo alcun contributo, non abbiamo sponsor, non raccoglieremo fondi e l’ingresso è libero.

Riteniamo che queste caratteristiche ne facciano una manifestazione di solidarietà unica, che speriamo verrà apprezzata dalla popolazione e da coloro che vorranno intervenire.

Non potendo investire in pubblicità, chiediamo il contributo di tutti per dare la massima diffusione a questa notizia, di cui trovate informazioni ai seguenti link:

http://ambientefuturo.info

http://www.facebook.com/events/400437536687081/

Seguiranno altri comunicati stampa su http://www.terzapagina.info, man mano che definiremo il programma.

Unione Associazione Culturali (UAC)

concorsi

Premio Nabokov 2012

Il concorso con in palio premi in servizi editoriali per un ammontare di 6.390,00 euro per i 15 finalisti

Scadenza: 30 ottobre 2012

http://premionabokov.wordpress.com

Art. 1 – Il Premio Letterario Internazionale Nabokov nasce per sostenere e promuovere le opere edite, dando visibilità alle stesse e ai suoi autori. Il Premio è aperto ai libri di narrativa, di saggistica e poesia editi in Italia.

Art. 2 – Sono ammessi all’esame della giuria lavori editi (quindi pubblicati da una casa editrice, con numero ISBN) in lingua italiana.

Art. 3 – Al Premio possono partecipare scrittori e poeti di tutte le nazionalità e senza limite di età, inviando nei termini stabiliti dal presente regolamento le opere di cui agli articoli successivi.

Art. 4 – Il Premio Letterario si articola in tre sezioni: Narrativa, Saggistica e Poesia.

Art. 5 – Due (2) copie di ogni libro partecipante dovranno essere inviate con allegata nota con indirizzo, numero telefonico, codice fiscale, e-mail e firma dell’autore alla segreteria del Premio Interrete Agenzia Letteraria, Via Milano 44,  73051 Novoli, Lecce entro il 30 ottobre 2012 (farà fede il timbro postale).

Art. 6 – Consistenza del premio:
Sono previsti premi in servizi editoriali per un ammontare di 6.390,00 euro per i 15 finalisti (5 per sezione).
I premi assegnati sono:
·    pubblicazione di un manoscritto in ebook con AbelBooks – http://www.abelbooks.net (assegnato al vincitore di ogni categoria);
·    Ufficio stampa professionale a tutti i libri dei 15 finalisti;
·    Pubblicazione della recensione con una breve intervista su un numero cartaceo de Il Giornale letterario interamente dedicato al Nabokov. Premio assegnato a tutti i 15 finalisti con invio di 50 copie ciascuno..
La presentazione dei libri vincitori avverrà a Novoli (Lecce), in un incontro tra gli autori. I vincitori riceveranno targhe, mentre tutti i finalisti, attestati di merito. Gli elenchi dei vincitori saranno poi inseriti on-line nei più importanti siti di letteratura in internet.

Art. 7  – Il giudizio della Giuria è insindacabile. La Giuria è presieduta ogni anno da Piergiorgio Leaci e composta tra gli altri, da Massimo Lerose (scrittore e attore) e Damiano Celestini (giornalista).

Art. 8  – La partecipazione al Premio Letterario Internazionale Nabokov implica l’accettazione incondizionata del presente regolamento.

Art. 9 – La quota di iscrizione è fissata in 20,00 euro da versare su postepay carta n.° 4023600568943528 intestata a Piergiorgio Leaci, LCE PGR 74L28 E506 K  oppure in contanti in una busta chiusa.

ART. 10 – Tutela dei dati personali. In relazione a quanto sancito dal D.L. 30 giugno 2003 n° 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, si dichiara quanto segue:
Ai sensi dell’ART. 7-11-13-25: il trattamento dei dati personali dei partecipanti, fatti salvi i diritti di cui all’Art.7, è finalizzato unicamente alla gestione del premio. Tali dati non saranno comunicati o diffusi a terzi a qualsiasi titolo.
Ai sensi dell’ART. 23: con l’invio degli elaborati con i quali si partecipa al concorso allegare il consenso scritto espresso dall’interessato al trattamento dei dati personali.

La ricevuta del versamento o la busta vanno allegate all’invio del materiale in concorso.

Per informazioni:
Segreteria Premio Letterario Nabokov
http://www.interrete.itinfo@interrete.it
info line: 327.08.63.013