libri

L’economia e la felicità

Luigino Bruni, L’economia la felicità e gli altri. Un’indagine su beni e benessere, Città Nuova, 2004, pp. 229

Qual è il lavoro dell’economista, viene da chiedersi, proprio in questi giorni (aprile 2012), nel momento in cui è salito a 23 il numero di suicidi in Italia per cause economiche: imprenditori, dipendenti, pensionati all’ultima, disperata, manifestazione di disagio, d’impossibilità d’avere speranza nel futuro, di vittime

dell’indifferenza. Sul lavoro, riguardo il lavoro, nel lavoro, per il lavoro. Eppure anche il mercato del lavoro è commercio e nel momento in cui si introduce il commercio dovunque fioriscono fiducia, rispetto, onestà, puntualità, si diceva à la Smith, secondo un’interpretazione ormai superata della sua etica «che vedeva Smith come l’iniziatore di una stagione nuova nella scienza economica, caratterizzata dall’ordine spontaneo assicurato dai mercati e dal self-interest» (p. 126).

Paradossalmente (o forse no), ci fa notare Luigino Bruni, in tale stato di quiete apparente il termine happiness è poco presente. La felicità sarebbe infatti nell’ordine naturale poiché fine ultimo della Creazione, ma non nell’agire umano: in ciò consisterebbe il grande inganno. Motore della mobilità sociale e dello sviluppo economico sarebbe il desiderio di emulazione, da parte del più povero, della ricchezza e del potere nelle mani di ricchi e potenti, come diretta conseguenza della convinzione che il ricco abbia più motivi per essere felice o che, comunque, possieda più mezzi/strumenti per esserlo.

Continua a leggere la scheda di Antonella Chinaglia

dal sito spigolature.net

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.